Secondo Bitkom, il 64% della popolazione tedesca sarebbe consapevole dell'esistenza del Bitcoin

Secondo un sondaggio pubblicato il 15 febbraio dall'Associazione Federale di Informatica, Telecomunicazioni e Nuovi Media in Germania (Bitkom), circa il 64% della popolazione tedesca sarebbe a conoscenza dell'esistenza del Bitcoin (BTC).

La consapevolezza riguardo alla criptovaluta più popolare del momento è raddoppiata rispetto al 2016, quando solo il 36% dei cittadini tedeschi ammise di avere familiarità con il Bitcoin, e quadruplicata rispetto al 2013.

Stando a quanto svelato dal sondaggio di quest'anno, solo il 4% dei 1.009 individui intervistati sarebbe effettivamente in possesso di Bitcoin. Il 19% ha invece ammesso di non avere idea di come acquistare la criptovaluta, mentre il rimanente 72% ha ribadito di non avere alcun interesse nelle monete digitali.

Riguardo all'importanza economica delle criptovalute e della Blockchain, il CEO di Bitkom Bernhard Rohleder ha dichiarato:

"Il Bitcoin e le altre criptovalue sono un ottimo esempio di come l'era digitale possa cambiare il mondo della finanza. Il fulcro della questione non è tanto la valuta di per sé, quanto la tecnologia Blockchain alla sua base. Questa avrà un'impatto sull'intera economia."

Secondo il sondaggio di Bitkom, le due ragioni principali per le quali il 72% della popolazione tedesca non ha alcun interesse nel Bitcoin sono da una parte i forti rischi legali alla volatilità del mercato, e dall'altra la mancanza di consapevolezza riguardo agli utilizzi pratici della valuta.

Lunedì 12 febbraio, gli organi di controllo europei hanno messo in guardia i consumatori riguardo all'acquisto di criptovalute: sarebbero infatti beni "estremamente rischiosi", che mostrano i "chiari segni di una bolla finanziaria".

La consapevolezza riguardo all'esistenza del Bitcoin in Germania è molto più alta rispetto a quella negli altri paesi. Secondo un sondaggio del 13 gennaio, circa il 56% della popolazione russa avrebbe familiarità con il Bitcoin. Ad agosto dello scorso anno, l'investitore miliardario cino-americano Charles Xue ha ipotizzato che una grossa fetta della Cina, il 70-80%, non abbia mai sentito parlare di Bitcoin.