Bitcoin raggiunge un nuovo traguardo: i miner hanno generato l'85% dell'offerta monetaria complessiva

L'85% dell'offerta monetaria complessiva di Bitcoin (BTC) è ora in circolazione: questo significa che nei prossimi 120 anni sarà possibile generare soltanto 3,15 milioni di nuove monete.

3,15 milioni di Bitcoin in 120 anni

Secondo i dati raccolti da Blockchain.com, quest'oggi i miner di Bitcoin hanno estratto la moneta numero 17.850.000, su un'offerta monetaria complessiva di 21 milioni di unità. Ma poiché le ricompense per la generazione di nuovi blocchi diminuiscono col tempo, l'ultimo Bitcoin verrà minato nell'anno 2140.

Bitcoins in circulation

Numero di Bitcoin in circolazione. Fonte: Blockchain

A dire il vero, il numero di Bitcoin effettivamente in circolazione è molto più basso di 17.850.000, in quanto numerosi utenti hanno perso, e certamente perderanno in futuro, l'accesso alle proprie chiavi private. Stando infatti ad uno studio pubblicato nel 2017 dalla società di ricerca Chainalysis, fino a 4 milioni di Bitcoin, vale a dire circa il 20% dell'offerta monetaria complessiva, potrebbe essere andato perduto per sempre.

Il mining di Bitcoin diverrà sempre più competitivo

A maggio del prossimo anno assisteremo ad una notevole riduzione delle ricompense per il mining, da 12,5 BTC a 6,25 BTC per ogni blocco: un evento che, secondo numerosi analisti, potrebbe avere un effetto fortemente positivo sul valore della criptovaluta.

Questa settimana Joe Kernen, presentatore della trasmissione Squawk Box di CNBC, ha affermato che il prossimo dimezzamento potrebbe far impennare valore di Bitcoin fino a 55.000$. Opinione condivisa anche dal celebre trader Filb Filb, secondo il quale assisteremo nel breve periodo ad una contrazione che farà scivolare il prezzo della criptovaluta a 7.000$, e successivamente a dei nuovi rialzi in previsione del dimezzamento.