Arriva Liquid, la soluzione sidechain di Blockstream per la rete Bitcoin

Secondo un post pubblicato il 10 ottobre da Blockstream, la sidechain Liquid Network per la blockchain del Bitcoin (BTC) è stata lanciata ufficialmente il 27 settembre.

Blockstream è una società che sviluppa soluzioni blockchain fondata nel 2014, con Samson Mow come CSO. Il progetto Liquid Network, annunciato per la prima volta nel 2015, è stato successivamente lanciato da Mow e Joseph Weinberg di Paycase nel 2017, con l'obiettivo di garantire agli exchange di bitcoin una migliore liquidità.

Secondo il post sul blog di Blockstream, la blockchain Liquid ha generato il suo primo blocco il 27 settembre 2018 alle 01:29 UTC, con la partecipazione di 23 membri dell'industria cripto, tra cui BitfinexOKCoinBitMEX e SIX Digital Exchange.

Il post spiega che Liquid Network permetterà di effettuare transazioni più veloci grazie ad una serie di particolari caratteristiche. Tra queste troviamo un asset nativo chiamato Liquid Bitcoin (L-BTC), alcuni asset che applicano le "caratteristiche tipiche del bitcoin agli asset tradizionali" e la tecnologia della società soprannominata Confidential Transaction.

Il post di Blockstream rileva inoltre che in futuro verranno aggiunte ulteriori funzionalità, come l'integrazione del wallet GreenAddress e il supporto dei wallet hardware di terze parti di Ledger e Trezor.

Secondo la pagina delle FAQ, il Liquid Network differisce dal Lightning Network (LN), una soluzione second layer per la blockchain del Bitcoin, in quanto le sue transazioni non sono "limitate in termini di capacità del canale". A luglio, il servizio di pagamento CoinGate ha avviato una sperimentazione basata sul LN a cui hanno partecipato 100 esercizi commerciali, compresi siti web di scommesse su esports, negozi di merchandise e siti web di intrattenimento per adulti.