Quantstamp, una società impegnata per gli ultimi due mesi nell’auditing del codice sorgente di Cardano (ADA), ritiene che, in seguito all’hard fork Shelley, Cardano sarà seconda solo a Ethereum (ETH) come piattaforma per smart contract, eclissando così l'arcirivale Tezos (XTZ).

Il codice sorgente di Cardano è “uno dei migliori”

Richard Ma, CEO di Quantstamp, ha riferito a Cointelegraph che, a suo avviso, Cardano ha uno dei migliori codici nel settore blockchain. Crede che sia alla pari con Prysm di ETH 2.0:

“È chiaro che hanno dedicato molto impegno interno per testare fortemente e progettare il codice opportunamente, e si è visto davvero nel corso di questo lancio senza problemi. Di recente abbiamo esaminato anche Prysm di ETH 2.0 e possiamo affermare che in termini di qualità, simile a Prysm, è uno dei codici migliori che abbiamo visto.”

Discutendo del recente hard fork Shelley, la responsabile delle comunicazioni di Quantstamp, Jaye Harrill, ha previsto che entro la fine di quest'anno Cardano diverrà la seconda piattaforma per smart contract più popolare del settore, seconda solo a Ethereum. Harrill crede inoltre che Cardano “schiaccia” Tezos come blockchain Proof-of-Stake:

“Il passaggio all’era di Shelley significa che entro la fine dell’anno Cardano sarà la seconda piattaforma per smart contract in popolarità, seconda solo a Ethereum. Come sistema Proof-of-Stake, ora schiaccia Tezos.”

Hoskinson: smart contract e asset nativi in arrivo

Rispondendo su Twitter al fondatore di EOS (EOS) Daniel Larimer, il fondatore di Cardano, Charles Hoskinson, ha affermato che entro la fine dell’anno la piattaforma offrirà smart contract e asset nativi insieme alla bassa latenza.

In particolare, Larimer ha scritto:

"Il tuo protocollo non funziona per applicazioni al di fuori della moneta, la latenza di conferma è troppo alta per gran parte della DeFi e assolutamente inadatta per gran parte dei casi d’uso. Quali sono i fatti concreti su cui mi sbaglio?"

Hoskinson ha risposto:

"Smart contract e asset nativi in arrivo quest’anno, la nostra latenza è inferiore a quella di Ethereum, la piattaforma DeFi principale (con Hydra è pari a una frazione di secondo). Per citare Satoshi: 'Mi spiace, non ho tempo per spiegartelo'."

Fonte: Twitter.

Negli ultimi anni, gli sviluppatori hanno costruito la maggior parte delle proprie applicazioni decentralizzate su Ethereum. Tuttavia, se le cose andranno secondo i piani di Hoskinson, presto Cardano potrebbe sfidare il dominio di Ethereum nel settore.