Borsa cinese sospende il trading di azioni di una società per verificare la sua attinenza alla tecnologia Blockchain

Secondo quanto riportato nella giornata di oggi 21 marzo dal media locale Jinse, la Shenzhen Stock Exchange (SZSE), la più importante borsa statale cinese, ha iniziato a indagare su una società che ha recentemente annunciato di voler aprire un laboratorio di ricerca Blockchain per applicazioni nel settore della sanità.

Martedì 20 marzo, l'SZSE ha emesso una comunicazione in cui ordinava al produttore di dispositivi sanitari Lifesense di rivelare informazioni sul lancio di tale "laboratorio Blockchain". Ciò è avvenuto dopo l'annuncio del progetto di Lifesense del 19 marzo, che ha fatto salire le azioni della compagnia del 10%, attirando l'attenzione della borsa.

L'SZSE ha temporaneamente sospeso la compravendita delle azioni di Lifesence e ha richiesto alla compagnia di fornire dettagli sugli usi della tecnologia Blockchain nelle attività dell'azienda, sui piani dei prossimi tre anni e sull'ammontare delle quote di finanziamento di Lifesense. Secondo il comunicato, l'SZSE ha ordinato a Lifesense di rispondere entro il 23 marzo.

Secondo quanto riportato il 20 marzo da China Money Network, in questa settimana l'SZSE ha inviato una richiesta simile anche a Zhejiang Enjoyor Electronics. Di conseguenza, la società ha dovuto rimuovere il suo annuncio su WeChat in cui affermava di lanciare il primo certificato forense per dati elettrici basato su Blockchain.

A gennaio, l'SZSE ha fatto sapere che esaminerà le compagnie che sfruttano la popolarità della tecnologia Blockchain per gonfiare i prezzi delle loro azioni. Secondo China Money Network, l'ente avrebbe esaminato più di 20 società quotate in borsa proprio perché sostenevano di utilizzare la nuova tecnologia.

Come riportato precedentemente da Cointelegraph, anche negli Stati Uniti alcune società hanno utilizzato la parola "Blockchain" per aumentare i prezzi delle loro azioni avvalendosi della popolarità della tecnologia. A gennaio, la Securities and Exchange Commission (SEC) degli Stati Uniti ha annunciato che avrebbe esaminato le società che avrebbero cambiato nome in qualcosa contenente "Blockchain".