Parte a Shenzhen il progetto pilota della piattaforma finanziaria basata su blockchain sostenuta dalla Banca Centrale cinese

Una nuova piattaforma finanziaria basata su blockchain, sostenuta dalla Banca Popolare Cinese (BPC), ha avviato ufficialmente le sue attività di test a Shenzhen. Lo riporta il giornale locale 21jingi.

La "Guangdong, Hong Kong and Macao Dawan District Trade Finance Blockchain Platform" ha l'obiettivo di fornire un ecosistema basato su blockchain per il commercio transfrontaliero tra Guangdong, Hong Kong e l'area della baia di Macao. Secondo l'articolo, la piattaforma è promossa e organizzata dal Central Bank Digital Research Lab della BPC e dal Central bank Shenzhen Central Branch.

21jinji riporta le parole di Xu Honghui, vice presidente della divisione transaction banking di Ping An Bank:

"Al momento, i costi di finanziamento per le piccole e medie imprese sono compresi tra il 7 e l'8 percento, ma il sistema blockchain potrebbe ridurli a meno del 6%."

Honghui ha aggiunto che maggiore è il numero di dati inseriti nella piattaforma, che include dati relativi a crediti, affari e valutazione di terzi, "più sicura diventa la blockchain". In futuro, la piattaforma potrebbe inoltre essere potenzialmente connessa ai sistemi di supervisione e logistica del governo sistemi, per combattere i problemi dell'asimmetria informativa e della condivisione inadeguata dei dati, sia nazionali che esteri.

Hou Weirong, direttore generale del reparto operazioni bancarie di China Merchants Bank, ha spiegato:

"Verificare l'autenticità del background commerciale è una parte importante della conformità aziendale. L'informazione tra le banche è isolata [...] per risolvere il problema del controllo dei rischi, specialmente quando si tratta di dedurre i crediti [o] se c'è un problema nella catena di distribuzione, la banca non è provvista di informazioni in tempo reale. Ciò può essere risolto solo attraverso la tecnologia finanziaria. "

La nuova piattaforma mira a sfruttare le proprietà trasparenti e immutabili della tecnologia blockchain per realizzare un sistema normativo per la finanza commerciale che consenta il "monitoraggio dinamico e in tempo reale delle varie attività finanziarie". Per esempio, il sistema potrebbe impedire che gli stessi conti vengano utilizzati per ottenere prestiti multipli da diverse istituzioni.