Il Great Firewall cinese blocca Etherscan

Pare che il Great Firewall cinese, uno strumento che impedisce ai cittadini di utilizzare siti come Google e Facebook, abbia bloccato uno dei principali block explorer del network di Ethereum (ETH).

Stando alle informazioni riportate dalla società di monitoraggio no profit GreatFire, tra agosto e ottobre di quest'anno la Cina avrebbe bloccato Etherscan, il più popolare block browser di Ethereum. Ad oggi il dominio di Etherscan rimane inaccessibile da indirizzi IP provenienti dalla Cina, conferma il portale d'informazione Coindesk.

Matthew Tan, CEO di Etherscan, ha inoltre svelato che l'azienda si era subito resa conto di questo blocco.

Quando è avvenuto il blocco?

Secondo GreatFire, che si occupa di compilare un database dei siti web bloccati dal Great Firewall, fino al 17 agosto 2019 Etherscan risultava ancora disponibile in Cina.

Il 29 ottobre GreatFire ha condotto un altro controllo, scoprendo che il sito era stato censurato: il blocco deve essere pertanto avvenuto nell'arco di tempo compreso fra queste due date.

Gli altri blockchain explorer di ETH risultano ancora accessibili in Cina

Gli altri block explorer di Ethereum non sono tuttavia stati censurati. Stranamente la versione localizzata del browser, cn.etherscan.com, risulta ancora accessibile agli utenti cinesi.

Un block explorer è un servizio che permette agli utenti di tracciare blocchi, indirizzi, hashrate, transazioni e altri dati relativi ad una certa blockchain. Per Bitcoin (BTC) esistono numerosi block explorer, fra i quali citiamo Blockchain.com, Blockexplorer.com e Btc.com

Per quanto riguarda invece Ethereum, oltre ad Etherscan esistono anche Etherchain.orgEthplorer.io. A marzo di quest'anno MyEtherWallet, importante provider di wallet per ETH, ha annunciato il lancio di una versione alpha di un nuovo blockchain explorer open-source: EthVM.