La Commissione Europea vuole combattere le fake news utilizzando la tecnologia Blockchain

Secondo quanto riportato nella giornata di lunedì 30 aprile da TechCrunch, la Commissione Europea (CE) utilizzerà la tecnologia Blockchain per combattere la diffusione di fake news via internet.

Le Blockchain avranno un ruolo fondamentale nella formazione di quello che viene definito Code of Practice on Disinformation, che verrà introdotto entro quest'estate.

In un recente comunicato stampa, la tecnologia Blockchain viene definita come una delle "tecnologie emergenti che stanno cambiando il modo in cui le informazioni vengono prodotte e diffuse e che hanno il potenziale di combattere la disinformazione".

La CE crede che le Blockchain possano migliorare la trasparenza, l'affidabilità e la tracciabilità delle notizie su internet. La commissione ha aggiunto che la tecnologia distributed ledger (DLT) verrà combinata con altri processi di identificazione:

"Le tecnologie innovative, come le blockchain, possono aiutare a preservare l'integrità dei contenuti, verificare l'affidabilità delle informazioni e/o delle loro fonti, e renderli trasparenti e tracciabili. Ciò potrà essere combinato all'uso di sistemi di identificazione e autenticazione elettronica."

A marzo, un gruppo di esperti ha pubblicato un report che sottolinea la necessità di una maggiore trasparenza per combattere la diffusione delle fake news.

Lo sviluppo di tecnologie Blockchain è inoltre previsto da programma Horizon 2020 Work, considerato "il più grande programma di finanziamento per la ricerca e l'innovazione mai esistito in europa"

L'11 aprile, la CE ha annunciato la sottoscrizione di un accordo tra 22 paesi chiamato European Blockchain Partnership. Il vicepresidente della CE Andrus Ansip ha spronato l'europa ad attivarsi nello sviluppo blockchain, per rendere il continente un leader mondiale dell'innovazione digitale.