La piattaforma per criptovalute di Fidelity entra nella 'fase finale di testing'

Fidelity, colosso statunitense dei servizi finanziari, ha svelato che la propria piattaforma per la custodia e il trading di criptovalute è entrata nella "fase finale di testing e perfezionamento".

In un annuncio pubblicato in data 31 gennaio su Medium, l'azienda spiega che questo servizio viene attualmente offerto soltanto ad un piccolo gruppo di clienti selezionati, mentre l'infrastruttura della piattaforma continua ad essere rafforzata e migliorata.

"I nostri clienti iniziali sono una parte importante di questa fase finale di testing e perfezionamento, che ci consentirà eventualmente di offrire tali servizi ad una più vasta gamma di istituzioni."

In questo comunicato Fidelity ha anche assicurato di star lavorando a stretto contatto revisori e organi di regolamentazione, per garantire la conformità normativa della piattaforma e "adattare le operazioni già esistenti" alle monete digitali.

L'annuncio di questa nuova piattaforma per criptovalute risale ad ottobre dello scorso anno, contemporaneamente al lancio di una nuova compagnia: Fidelity Digital Asset Services. Questa azienda si occuperà di offrire servizi di custodia e trading alle grandi istituzioni, come "fondi d'investimento, family office e intermediari di mercato": non sarà pertanto aperta agli investitori privati.