Fred Wilson: le criptovalute non saranno un 'luogo sicuro' nel 2019

Secondo l'investitore statunitense Fred Wilson, i mercati delle criptovalute non saranno un "luogo sicuro" nel 2019 a causa dell'indebolimento dell'economia. L'uomo è divenuto celebre per aver finanziato progetti di enorme successo come Twitter, Tumblr, Zynga e Etsy.

In un articolo recentemente pubblicato sul proprio blog, dal titolo "Cosa accadrà nel 2019", Wilson ha spiegato che il mercato ribassista della finanza tradizionale e il generale indebolimento dell'economia renderanno gli investitori diffidenti nei confronti delle start-up. Per tale motivo l'uomo non considera le monete digitali un luogo sicuro nel quale investire, sottolineando al tempo stesso che quest'anno "assisteremo a segni di vita nel mondo delle criptovalute."

Per quanto riguarda la miccia che innescherà la prossima fase rialzista, Wilson ha elencato una serie di "promesse" risalenti al 2017. Fra queste cita il lancio di Filecoin, il software per il mining sviluppato da Protocol Labs, il sistema per pagamenti tramite blockchain Algorand, nonché la nascita di una serie di nuove piattaforme per contratti intelligenti che competeranno con Ethereum (ETH).

A suo parere quest'anno le stablecoin compieranno notevoli progressi verso l'adozione su larga scala. Allo stesso modo anche non-fungible token e l'utilizzo di criptovalute nel settore del gaming diverranno molto più popolari. Wilson ha inoltre affermato:

"L'area che mi preoccupa maggiormente sono le azioni intraprese organi di regolamentazione incauti, che prenderanno di mira progetti di qualità, danneggiandoli. E continueremo ad assistere ad ogni genere di fallimento: truffe, attacchi informatici, progetti carenti e investimenti in perdita saranno un grosso ostacolo per il settore."

Wilson è infine certo che entro fine anno Donald Trump verrà definitivamente rimosso dalla Casa Bianca a causa del resoconto pubblicato da Robert Mueller, il sesto direttore del Federal Bureau of Investigation (FBI), che svela una serie di attività illecite compiute durante la campagna elettorale.

Nel 2017 Wilson aveva affermato che il risparmiatore medio dovrebbe investire fra il 3 e il 5 percento dei propri fondi in criptovalute.