Gli investitori istituzionali non sembrano aver perso fiducia nel settore della finanza decentralizzata (DeFi): Yearn Finance (YFI) è tra i principali beneficiari del trend

Secondo l'aggregatore di dati del mercato crypto IntoTheBlock, le transazioni on-chain di 100.000$ o più sono aumentate del 282% nell'ultima settimana; solo il 10 novembre sono stati scambiati quasi 134 milioni di dollari di asset. 

Il volume delle transazioni on-chain di YFI con valore superiore a 100.000$. Fonte: IntoTheBlock

Secondo la società di analisi di mercato Messari, YFI è stato l'asset DeFi più performante della scorsa settimana, seguito da yAxis, con un guadagno del 78%, Loopring con il 50%, nonché Akropolis e Curve con il 49% ciascuno. Tuttavia, la DeFi fino a poco tempo fa era in fase calante e solo 11 dei 41 token tracciati da Messari si sono apprezzati negli ultimi 30 giorni, mentre 22 hanno registrato guadagni di prezzo negli ultimi 12 mesi. 

Il 12 novembre Messari ha scoperto che Polychain Capital è attualmente il decimo detentore mondiale di YFI, nonostante fino ad ottobre detenesse zero token. Attualmente Polychain controlla 470 YFI, pari all'1,6% del supply dell’asset.

Polychain sta accumulando diversi altri token DeFi molto noti tra cui Compound (COMP), Maker (MKR), Filecoin (FIL), Orchid (OXT), e 0x (ZRX).

Nonostante YFI sia stato uno dei progetti più colpiti dal crollo della DeFi avvenuto da metà settembre all'inizio di novembre, perdendo l'80% del suo valore in meno di due mesi, Yearn si è ripreso di oltre il 95% nell'ultima settimana: attualmente il suo valore è di ben 16.600$

Il mese scorso, Crypto.com ha pubblicato i risultati di un sondaggio condotto su 411 "decision-maker" che rappresentano istituzioni finanziarie tradizionali che hanno familiarità con la DeFi: questo indica un significativo interesse nel settore da parte di società mainstream

Il 58% degli intervistati ha espresso preoccupazione in quanto rischia di "perdere un vantaggio competitivo" se non sfrutta le nuove possibilità offerte dalla DeFi, mentre il 61% delle aziende sta "considerando di utilizzare la DeFi per eseguire transazioni finanziarie con smart contract”. Il 35% ha dichiarato che attualmente sta collaborando con una piattaforma o un servizio DeFi. 

Tuttavia, l'indagine ha anche rilevato che il 61% del campione ritiene che la mancanza di supervisione normativa sia un ostacolo importante per la crescita del settore.