Giappone: il colosso della messaggistica LINE lancia il proprio token LINK sul suo exchange nativo

LINE Corporation, gestore dell'omonimo servizio di messaggistica giapponese, ha annunciato in un comunicato stampa che il suo token LINK (LN) sarà disponibile a partire da oggi sul suo exchange di criptovalute nativo BITBOX.

LINE, che ha lanciato BITBOX a luglio, permetterà di scambiare il token con tre criptovalute – Bitcoin (BTC), Ethereum (ETH) e Tether (USDT) – rispetto alle 30 attualmente disponibili sulla piattaforma. BITBOX non offre invece trading in valute fiat.

In futuro, i detentori di LN potranno spendere i propri token nel sistema di applicazioni decentralizzate (DApp) di LINE, che secondo il comunicato è ancora in fase di sviluppo.

"Siamo molto lieti che gli utenti possano negoziare il token LN su BITBOX, dato che rappresenta un importante passo avanti nel nostro programma per la creazione del nostro ecosistema", ha commentato il CEO di LINE Takeshi Idezawa, aggiungendo:

"Riteniamo sia molto importante promuovere la co-creazione e la crescita reciproca con LINK, assicurandoci che BITBOX continui a svilupparsi come una piattaforma user-friendly che valorizza chi la usa e contribuisce ai nostri servizi".

Contornata da varie attività promozionali, come un airdrop di TRON (TRX) per i titolari di LN, la mossa è solo uno dei tanti passi compiuti dalla compagnia per abbracciare il settore delle criptovalute.

Come riportato da Cointelegraph ad agosto, Unblock, una società di Hong Kong direttamente controllata da LINE, ha lanciato un "fondo aziendale" da 10 milioni di dollari, con l'obiettivo di "potenziare lo sviluppo e l'adozione di criptovalute e tecnologia blockchain".

Poco tempo fa, GMO Internet Co. Ltd, altro colosso giapponese ha rivelato di voler lanciare una stablecoin ancorata allo yen giapponese.