Mt. Gox sposta circa 165 mln di dollari in BTC e BCH dai suoi wallet

Nella giornata di oggi, secondo il sito di monitoraggio Crypto Ground, sono stati spostati dai cold wallet associati al famoso exchange giapponese di Bitcoin Mt.Gox 16.000 Bitcoin (BTC) e 16.000 Bitcoin Cash (BCH).

I wallet sono controllati dal fiduciario di Mt. Gox Nobuaki Kobayashi. Come visualizzato sul sito, l'exchange ha spostato 16.000 BTC, equivalenti a 144 mln di dollari e 16.000 BCH, che equivalgono invece a circa 21,7 mln di dollari. Le somme sono state trasferite in più tranche da 2.000 BTC e BCH a vari indirizzi. I BTC sono poi stati consolidati con due transazioni in un unico indirizzo BTC e i BCH con quattro transazioni in un unico indirizzo BCH.

L'investitore Alistair Milne, ha scritto su Twitter che la comunità ovviamente "non può sapere se le monete sono state vendute o solamente spostate per qualche altro motivo".

Secondo alcuni report, il calo dei prezzi di BTC, che a febbraio è arrivato a valere 6.000$, sarebbe da attribuire al sell-off dell'equivalente in BTC di 400 mln di dollari effettuato da dicembre a febbraio da Mt. Gox.

Mt. Gox era il più grande exchange di Bitcoin al mondo, fino a che degli hacker non hanno rubato circa 850.000 BTC (all'epoca equivalenti a 460 mln di dollari) a febbraio del 2014. Le indagini e i tentativi di rimborsare gli utenti che hanno perso il denaro sono ancora in corso.

Qualche settimana fa, l'ex-CEO di Mt. Gox Mark Karpeles ha dichiarato di "non volere" i 160.000 BTC (che al momento valgono 1,4 mld di dollari) che avanzeranno una volta concluse le operazioni di rimborso degli utenti.

Bitcoin e Bitcoin Cash sono attualmente scambiati rispettivamente ad una media di 9.126$ e 1.357$, in rialzo dello 0,06% e 1,43% rispetto alla giornata di ieri.