'Le criptovalute sono all'apice delle aspettative', afferma il CEO di Nasdaq

Durante una recente intervista su Bloomberg Businessweek, Adena Friedman, CEO di Nasdaq Inc., ha dichiarato che le criptovalute sono "all'apice delle aspettative", e che potrebbero in futuro diventare "l'elemento finanziario della rete".

Discutendo riguardo a come Nasdaq esamina nuove tecnologie e strumenti innovativi come le criptovalute, Friedman ha spiegato che al momento la compagnia si è limitata a studiare il fenomeno: solo adesso infatti l'azienda sta iniziando a comprendere appieno il concetto di moneta digitale.

Secondo la donna, le criptovalute sono "una classe di asset espressamente speculativi", che non possiede naturalmente una base o uno scopo per quanto riguarda le transazioni internazionali. Tuttavia, una volta che il settore sarà maturato, offrirà un "modo di effettuare scambi commerciali senza interruzioni".

"Al momento siamo all'apice delle aspettative", ha continuato Friedman, con un gran numero di nomi nell'industria. Anche Nasdaq ha trovato un modo di partecipare maggiormente in questo settore, offrendo tecnologie di sorveglianza e informazioni sul mercato ad alcuni exchange di criptovalute.

Friedman ha anche discusso della blockchain: nonostante la tecnologia sia abbastanza scalabile, al momento non permette di supportare volumi di scambi estremamente alti. Potrebbe tuttavia essere utilizzata in altri mercati. La donna ha poi aggiunto:

“Ci sono ancora molte inefficienze, dove si utilizza la carta al posto delle macchine, dove ci sono sistemi di registrazione inadeguati e tutto viene conservato in un cassetto da qualche parte. Dobbiamo pertanto impiegare la blockchain nei mercati privati, dove i cicli di pagamento sono estremamente lunghi".

Il CEO ha affermato che al momento l'implementazione su larga scala di tale tecnologia risulta inverosimile, ma potrebbe in futuro rappresentare un punto di svolta per parecchi settori:

“Continua a pensare che si tratti di una tecnologia affascinante, potenzialmente dirompente sul lungo periodo. Risulta difficile da implementare, in quanto richiede il lancio simultaneo dell'intera rete, ma col tempo potrebbe diventare uno strumento molto interessante per il nostro business".

Ad aprile di quest'anno, Friedman ha dichiarato che in futuro i mercati borsistici potrebbero trasformarsi in piattaforme per lo scambio di criptovalute. "Col tempo anche Nasdaq potrebbe diventare un exchange di monete digitali", ha affermato la donna.