"Nour": il profilo P2P di Satoshi Nakamoto pubblica un post e aggiunge agli amici un utente

Nella giornata di ieri, un account un tempo associato al creatore di Bitcoin (BTC) Satoshi Nakamoto sul network P2P Foundation ha pubblicato un aggiornamento di stato contenente una sola parola.

Anche se l'account è legato al vecchio indirizzo email di Nakamoto satoshin@gmx.com, lo stesso indirizzo che ha pubblicato uno dei primi documenti del Bitcoin sulla rete P2P nel 2009, si ritiene che l'email stata hackerata a novembre 2014, quattro anni dopo il ritiro di Nakamoto dalle attività online.

Il significato dell'aggiornamento di ieri, che contiene semplicemente la parola "nour", tra virgolette, non è facilmente decifrabile. Il primo risultato su Google porta a urbandictionary.com, che definisce "nour" come segue:

"La persona più amorevole, affettuosa e premurosa che tu abbia mai incontrato. Estremamente intelligente, divertente e sensibile. Un po' persa, sta ancora cercando di capire cosa vuole nella vita e come arrivarci. Testarda e non disposta a prendere consigli da altre persone. Quando sorride, ti fa dimenticare tutti i problemi che hai, il suo abbraccio ti farà sentire una protezione che non hai mai sentito in vita tua e che non sentirai mai."

Un'altra possibilità è che "nour" sia una traslitterazione della parola araba "نور", che significa "luce", ed è utilizzata anche per indicare "luce" o "fuoco" in ebraico antico ("נור," "nour") e aramaico ("נורא", "noura"): quest'ultimo termine è utilizzato nell'Haggadah, il testo usato durante il rito della pasqua ebraica.

Oltre al post, l'account ha anche aggiunto agli amici l'utente Wagner Tamanaha, che secondo il suo profilo risiede a San Paolo, in Brasile. Oggi Tamanaha ha pubblicato un tweet in portoghese: "Parece que o Satoshi reapareceu e estou sendo investigado :-) [Sembra che Satoshi sia riapparso e che io sia sotto inchiesta :-)]".

I post condivisi pubblicamente sulla pagina Facebook di Tamanaha suggeriscono che sia attiva nella comunità brasiliana del settore blockchain e crypto, e il suo profilo blogspot contiene un post intitolato "Social networks with crypto media Steemit, coming together in the blockchain revolution", datato novembre 2016.

La scomparsa improvvisa di Nakamoto alla fine del 2010 ha generato una leggenda famosa quasi quanto la criptovaluta che ha inventato il 31 ottobre 2008, con la pubblicazione del suo white paper. Il primo "nome" dell'inventore, Satoshi, è stato anche usato per battezzare la più piccola unità indivisibile della criptovaluta.