Il CEO di Overstock vende il 10% delle proprie azioni nell'azienda, ma afferma di essere 'ancora in gioco'

Il CEO di Overstock, una delle prime catene di distribuzione ad accettare pagamenti in Bitcoin (BTC), ha recentemente venduto il 10% delle proprie azioni nella compagnia.

Secondo quanto riportato all'interno di un fascicolo della SEC, pare che tra giovedì e venerdì Patrick Byrne abbia venduto titoli per un valore di circa 15,8 milioni di dollari, e 4,9 milioni il lunedì successivo. Questo ha fatto crollare il valore azionario dell'azienda di circa il 12%.

In una lettera aperta indirizzata agli investitori, nella quale Byrne si è definito "il vostro umile servo", il dirigente ha invitato gli azionisti a non preoccuparsi per tale decisione, affermando di essere "ancora in gioco" e spiegando che tali fondi verranno presto reinvestiti:

"Tra qualche giorno, collocherò gran parte di questi soldi in due co-investimenti con Overstock e Medici Ventures".

La società di capitale di rischio Medici Ventures è stata fondata nel 2014 internamente ad Overstock, allo scopo di investire il denaro dell'azienda in progetti blockchain.

Byrne spiega inoltre che il motivo di tale vendita è anche legata alla necessità di adempire ad alcuni obblighi fiscali, dichiarando di aver dovuto "pagare la propria parte allo Zio Sam":

"Ho dovuto vendere le azioni durante questo trimestre per soddisfare altri obblighi. Sono deluso che all'arrivo del termine di scadenza della mia vendita il valore azionario sia crollato. Faccio notare con dispiacere che negli ultimi 180 giorni il rapporto tra i movimenti giornalieri di OSTK e Bitcoin è stato dell'85,5%. Per tale motivo ripeto ancora una volta: non possediamo una grossa quantità di fondi in Bitcoin".

Tra i primissimi sostenitori di Bitcoin e tecnologia blockchain, Byrne viene considerato uno dei principali pionieri del settore delle criptovalute. Grazie ad una collaborazione con Coinbase, nel 2014 Overstock è infatti divenuta una delle prime aziende ad accettare pagamenti in BTC.