Parity lancia la versione beta del suo stack per la costruzione di blockchain

Secondo un comunicato stampa pubblicato martedì 18 dicembre, il provider britannico di infrastrutture blockchain Parity ha lanciato la versione beta di Substrate, il suo strumento per la creazione di blockchain personalizzate.

Il comunicato afferma che Substrate è progettato per fornire la "massima libertà tecnica" durante la creazione di una blockchain. Supporta diversi linguaggi di programmazione, permette agli utenti di creare i propri meccanismi di consenso, ed è compatibile con la maggior parte degli algoritmi di consenso esistenti.

Parity aggiungerà anche altri meccanismi di consenso nelle versioni successive, e permetterà agli utenti di passare da un meccanismo all'altro senza dover effettuare un hard fork.

La versione beta di Substrate è concessa sotto licenza GNU (General Public License), ma al fine di garantire la massima libertà di sviluppo, il repository dello strumento verrà spostato su una licenza Apache 2.0. Parity offrirà anche un aiuto professionale alle organizzazioni che stanno prendendo in considerazione la creazione di app tramite Substrate.

Il fondatore di Parity e cofondatore di Ethereum Gavin Wood sostiene che Substrate abbia utilizzato tutta l'esperienza ottenuta durante la costruzione dell'ecosistema Ethereum e di Polkadot, un protocollo che consente agli utenti di collegare tra loro diversi tipi di blockchain. Wood ha annunciato il lancio di Substrate al Web3 Summit tenutosi a Berlino quest'ottobre. In quell'occasione, aveva descritto lo strumento come "un punto di svolta" nella transizione verso un "mondo multi-chain".