EAU e Arabia Saudita: imminente emissione di una valuta digitale congiunta

Il Principe ereditario saudita Mohammad bin Salman si è recato negli Emirati Arabi Uniti in occasione di una visita ufficiale per discutere delle politiche congiunte, ivi incluse quelle in materia di valute digitali. 

Il 27 novembre, il Principe ereditario saudita è stato ricevuto da Sua Maestà lo Sceicco Mohamed bin Zayed al Nahyan, dal Principe ereditario di Abu Dhabi e dal Vice Comandante Supremo delle Forze armate degli Emirati. 

Cooperazione a livello finanziario e politico

I due leader hanno convenuto ufficialmente su quattro nuove politiche di partenariato e hanno passato al vaglio sette iniziative strategiche. All’ordine del giorno vi era anche una politica volta al lancio di una moneta digitale con l’obiettivo di facilitare le transazioni interbancarie tra i due Paesi. 

A gennaio di quest’anno erano stati rivelati alcuni dettagli dell’iniziativa congiunta in materia di valuta digitale dalla Banca centrale degli Emirati (UAECB) e dall’Autorità monetaria saudita (SAMA).

Oggi tale politica si colloca al centro delle priorità dei due Paesi, in aggiunta ad un accordo che prevede la costruzione di un grande impianto per la raffinazione del greggio con una capacità giornaliera di 1,2 milioni di barili e la cooperazione in materia di sicurezza informatica. 

Stando alla stampa locale, gli Emirati considerano l’Arabia Saudita la loro “valvola di sicurezza” in quanto questa si fa portatrice “dell’ideale di difesa dei propri interessi contro qualsivoglia aspirazione e progetto volti a minare l’unità araba”. 

Questa settimana a Riad le banche ufficiali di entrambi i Paesi si incontreranno per discutere delle sfide e delle opportunità presenti nei rispettivi sistemi finanziari.

Valuta digitali per le transazioni interbancarie

La valuta digitale della UAECB e della SAMA è stata chiamata Aber e sarà limitata alle transazioni finanziarie basate sui registri distribuiti “in via provvisoria e ad uso esclusivo di un ristretto numero di banche dei due Paesi”. 

Al tempo le banche non hanno indicato alcuna data ufficiale di lancio per l’emissione pilota della valuta.

Aber e le altre questioni discusse a livello ufficiale ad Abu Dhabi fanno parte di un piano di cooperazione bilaterale su sette punti tra gli Emirati e il Regno saudita, oggetto di negoziazione durante una seduta del Comitato esecutivo del Consiglio di coordinazione saudita-emiratino tenutasi a gennaio.