Audius, competitor crypto di Spotify, ha condotto un airdrop di 50 milioni dei suoi token nativi AUDIO agli artisti e agli utenti della piattaforma.

La distribuzione è avvenuta in concomitanza con il lancio del token di governance AUDIO sul mainnet: il 5% del supply iniziale, pari ad un miliardo di token, è quindi stato inviato ai suoi "primi 10.000 artisti e fan".

Audius cerca di premiare i creatori di contenuti e gli ascoltatori che utilizzano il suo governance token, conferendo loro il diritto di voto sull'evoluzione futura del protocollo. Il progetto prevede di utilizzare la tecnologia blockchain per aumentare la trasparenza e ridurre gli intermediari nella supply chain dell’industria musicale. 

Tuttavia, il token nativo attualmente ha solo due usi: l'accesso a un canale esclusivo Discord e lo staking, con 1.4 milioni di AUDIO attualmente bloccati.

Il team sta celebrando il lancio del suo mainnet con uno stream su Twitch con i popolari artisti Deadmau5 e RAC.

L'algoritmo che determina la distribuzione dei token ha favorito fortemente i musicisti rispetto agli ascoltatori, con il 75% dei token emessi assegnati ai creator in base al numero di stream da loro generati. Il conteggio dei follower è stato utilizzato per assegnare un altro 10% dei token, mentre le playlist preferite, il numero di canzoni ripostate ed il numero di pezzi inseriti tra i preferiti sono stati utilizzati per determinare ciascuno il 5%.

Ben il 40,6% del supply del token è stato assegnato al team e ai consulenti di Audius, tra cui Deadmau5 e RAC, mentre invece il 36% è stato inviato agli investitori della piattaforma ed il 17,8% ad una “tesoreria” gestita dalla community. 

Il supply del token è destinato a crescere del 7% ogni anno, a causa delle future distribuzioni agli utenti. 

AUDIO è attualmente scambiato a 0,16$, quindi l'airdrop nel suo complesso ha avuto un valore di circa 8 milioni di dollari. Il token ha un volume giornaliero di scambi pari 6,6 milioni di dollari, di cui quasi l'86% processato da Binance.

Coppia AUDIO/USD. Fonte: CoinGecko

Nel suo white paper, Audius critica la struttura dominante dell'industria musicale e sostiene di voler sfruttare la tecnologia blockchain per premiare i creatori di contenuti ed aumentare la trasparenza nei pagamenti agli artisti, nella struttura dei diritti editoriali e su altre questioni relative alle licenze molto sentite nel settore. 

Dal suo lancio, avvenuto nel settembre dello scorso anno, Audius ha attratto più di 750.000 utenti attivi mensili e ha generato più di un milione di stream al mese. In futuro la piattaforma prevede di accettare anche delle stablecoin di terze parti.  

Audius prevede infine di aiutare i content creator che coniano "token d’artista" su Ethereum (ETH), offrendo possibilità uniche per i fan.