La banca svizzera Gazprombank pianifica il lancio di servizi basati su criptovalute

Secondo quanto riportato all'interno di un recente comunicato stampa, la banca svizzera Gazprombank ha stretto una collaborazione con la start-up Avaloq e l'azienda Metaco per offrire ai propri clienti servizi basati su criptovalute. In particolare l'azienda mira ad "implementare una soluzione integrata per asset crittografici", progettata appositamente per banche e gestori di fondi.

Tale sistema consentirà "la gestione dei portfolio dei clienti per tutte le classi di asset, comprese le criptovalute". Nel documento viene inoltre svelato che il lancio dell'iniziativa è previsto per il prossimo anno:

"Gazprombank (Svizzera) Ltd., già cliente di Avaloq, mira ad offrire ai propri clienti un servizio con criptovalute a partire da metà 2019".

L'obiettivo della compagnia è quello di rendere "semplici" le transazioni con criptovalute. La nuova piattaforma permetterà infatti ai clienti di acquistare, vendere e trasferire monete digitali "senza l'utilizzo di un wallet o la gestione di chiavi private". Questa soluzione sfrutterà l'Hardware Security Module (HSM) di Metaco, il quale "garantisce una soluzione di sicurezza di grado militare per il deposito di chiavi private e la gestione di wallet e operazioni".

La filiale svizzera di Gazprombank appartiene alla banca russa Gazprombank (JSC), e viene regolamentata secondo le normative imposte dalla Swiss Financial Market Supervisory Authority (FINMA).