Svizzera: organo di regolamentazione rilascia licenze a due banche crypto

L'Autorità federale svizzera di vigilanza sui mercati finanziari (FINMA) ha concesso una licenza bancaria e una di commercio di security a due fornitori di servizi basati su criptovalute

Le due società elvetiche Seba Crypto AG e Sygnum hanno annunciato la notizia nei rispettivi comunicati stampa pubblicati il 26 agosto.

Grazie alla nuova licenza, Seba prevede di lanciare ufficialmente la sua nuova piattaforma di trading all'inizio di ottobre 2019. L'azienda ha intenzione di creare una piattaforma di asset digitali per trader professionisti, aziende e clienti istituzionali, corredata da servizi di custodia e asset management.

Sygnum ha dichiarato che l'approvazione normativa le consentirà di immettere sul mercato le sue proposte basate sugli asset digitali, che includono una piattaforma di custodia e liquidità integrata per le criptovalute principali, tra cui Bitcoin (BTC) ed Ether (ETH).

Poco prima, la FINMA ha rilasciato delle nuove linee guida che descrivono i requisiti normativi per i pagamenti basati su blockchain. Il documento è rivolto a tutti i fornitori di servizi blockchain, tra cui exchange, wallet provider e piattaforme di trading.

L'organo di regolamentazione ha inoltre evidenziato che le aziende del settore blockchain non sono esenti dai requisiti antiriclaggio e Know Your Customer.

Al momento della stesura di questo articolo, Bitcoin è in rialzo del 2,52% con una quotazione di 10.324$, come mostrano i dati di Coin360.