Tassat riceve l'approvazione della CFTC: potrà emettere derivati basati su Bitcoin negli Stati Uniti

Tassat, una società fintech con sede a New York nota in passato con il nome di trueDigital, è riuscita a superare il primo ostacolo che la separa dal lanciare un exchange di derivati basati su criptovaluta completamente regolamentato.

Secondo un annuncio della Commodity Futures Trading Commission (CFTC) degli Stati Uniti, l'autorità di regolamentazione ha approvato il trasferimento della licenza swap execution facility (SEF) dalla società newyorkese trueEX a Tassat.

Tassat aveva raggiunto un accordo per acquisire la licenza di trueEX - previa approvazione della CFTC - già a luglio di quest'anno.

La società è ora in attesa di novità in merito alla sua potenziale acquisizione della licenza DCM (Designated Contract Market) di trueEx, che le consentirebbe di offrire future o contratti di opzione sotto la supervisione della CFTC.

Derivati fisici basati sul ​​BTC per investitori istituzionali

Nel suo comunicato stampa, la CFTC ha affermato che trueEX e Tassat soddisfano i requisiti per il trasferimento della licenza SEF, dato che Tassat ha provati di essere in grado di operare in conformità con il Commodity Exchange Acte e le altre normative della CFTC.

L'agenzia ha rivelato che ci ora un totale di 19 registrazioni SEF, Tassat inclusa, e ha osservato che TrueEX aveva ottenuto la sua licenza dalla il 22 gennaio 2016.

La mossa avvicina Tassat al lancio di un exchange di derivati basati su criptovaluta con piena supervisione della CFTC, dove la società ha intenzione di quotare dei derivati fisici basati sul ​​Bitcoin (BTC) per investitori istituzionali. L'amministratore delegato Thomas Kim ha affermato:

"L'aggiunta dell'exchange al nostro ecosistema ci permette di offrire un servizio completo end-to-end, oggi non ancora disponibile, che comprende tokenizzazione, pagamenti, dati di mercato e regolamento a beneficio dei nostri clienti e partner."

TrueDigital è stata inizialmente istituita come divisione di TrueEx, che è stata la prima società del settore ad ottnere una licenza DCM per dalla CFTC nel 2012.