Tether aiuterà Peter McCormack a difendersi dalle accuse di Craig Wright

La stablecoin Tether ha annunciato che supporterà il podcaster Peter McCormack in una causa contro il sedicente creatore di Bitcoin (BTC) Craig Wright.

Stuart Hoegner, consigliere generale di Tether e dell'exchange di criptovalute Bitfinex, ha rivelato che neanche l'azienda riconosce Wright come Satoshi Nakamoto:

"Wright ha avuto una miriade di opportunità per dimostrare di essere Satoshi e sicuramente non lo ha fatto."

Come riportato da Cointelegraph ad aprile, Craig Wright, famoso sostenitore di Bitcoin SV (BSV), ha presentato una denuncia per diffamazione contro McCormack, che l'ha accusato di frode e di aver impropriamente affermato di essere Satoshi Nakamoto, il creatore di Bitcoin. L'azione legale di Wright ha comportato il delisting BSV da parte di Binance e altri exchange, tra cui Kraken e Shapeshift.

Tether si unisce alla partita contro Wright

Hoegner ha dichiarato che Tether appoggia McCormack nella sua causa contro Wright. Inoltre, ha speigato che il supporto fornito va oltre le semplici parole, sebbene l'avvocato non abbia chiarito i dettagli:

"Le cause possono essere complicate e costose, ma noi siamo pronti. Ammiriamo la convinzione di Peter e siamo onorati di supportare la sua difesa contro ciò che vediamo come una causa frivola e vessatoria."

Wright è anche coinvolto in altre controversie legali, tra cui una come imputato, presentata dagli eredi dell'ex socio in affari David Kleinman. Come riportato da Cointelegraph, i documenti processuali depositati l'1 novembre hanno rivelato che Wright non poteva finanziare il pagamento di 500.000 BTC (4,4 miliardi di dollari) previsto dalla sentenza.