Il giornale "The Big Issue" lancia una piattaforma blockchain per promuovere l'impact investing

Secondo quanto riportato dal Financial Times, The Big Issue, un giornale di strada venduto dai senzatetto del Regno Unito e di altri paesi, sta lanciando una piattaforma blockchain per promuovere l'impact investing.

Tre società di investimento (l'inglese Standard Life Aberdeen e le statunitensi Columbia Threadneedle e AllianceBernstein) entreranno a far parte di The Big Issue come fondatori della piattaforma denominata The Big Exchange. Secondo il FT, essa offrirà dai 30 ai 40 fondi di impatto sociale e ambientale, e inizierà a lavorare entro sei mesi.

Ai potenziali investitori verrà addebitata una piccola commissione per utilizzare The Big Exchange. Una volta registrati alla piattaforma, saranno in grado di scegliere tra diverse proposte premiate con un punteggio "oro, argento o bronzo" in base alla loro correlazione con i 17 obiettivi di sviluppo sostenibile delle Nazioni Unite.

L'investimento minimo dovrebbe essere 640$, ma Nigel Kershaw, presidente di The Big Exchange, prevede di ridurlo a 2,50£ (circa 3,20$), lo stesso prezzo del giornale stesso.

Come per il FT, la piattaforma ha già raccolto circa 1,3 milioni di dollari da tre dei suoi fondatori e dalla società londinese FNZ. Nei cinque anni successivi, The Big Exchange prevede di raccogliere fino a 3,8 milioni di dollari.

La tecnologia blockchain è ampiamente utilizzata per cause sociali, in particolare nel campo della beneficenza. Come spiegato in precedenza da Cointelegraph, le tecnologie relative alle criptovalute, e in particolare quella blockchain, potrebbero contribuire ad aumentare la trasparenza per le donazioni e le transazioni internazionali, riducendo allo stesso tempo le commissioni sui trasferimenti di denaro.

Ad esempio, il famoso exchange di criptovalute Binance è riuscito a raccogliere 1,41 milioni di dollari in vari tipi di gettoni ERC20, donandoli alle comunità giapponesi colpite dalle devastanti alluvioni di metà luglio.