Un centro medico britannico utilizzerà una Blockchain per registrare le cartelle cliniche dei pazienti

Come riportato il 6 marzo dal post del della compagnia su Medium, Medicalchain, una piattaforma progettata per registrare le cartelle cliniche dei pazienti su Blockchain, ha annunciato una partnership con il The Groves Medical Group di Londra per un progetto sperimentale che ha lo scopo di fornire ai pazienti l'accesso alla telemedicina e la possibilità di pagare in criptovalute.

Secondo il post, questa partnership farebbe di The Groves il primo centro medico del Regno Unito ad utilizzare la tecnologia Blockchain e ad accettare pagamenti in criptovalute per i servizi sanitari.

The Groves è composto da quattro ambulatori di medicina generale, con un totale di oltre 1.000 famiglie di pazienti privati ​​e 30.000 pazienti registrati, e inizierà a utilizzare la tecnologia Blockchain Hyperledger di Medicalchain a luglio.

Archiviare e registrare le cartelle cliniche dei pazienti sulla Blockchain consentirà alle organizzazioni come istituzioni mediche, ricercatori e assicuratori sanitari di richiedere il permesso di accedere al file di un paziente per registrare i propri servizi sul ledger digitale. Medicalchain ha collaborato con Civic per utilizzare la sua piattaforma di identificazione per verificare l'identità dei medici e la validità delle loro licenze.

Il progetto di Medicalchain fornirà ai pazienti un wallet gratuito per avere il pieno controllo delle loro cartelle cliniche e dei servizi di telemedicina. Le visite mediche video saranno disponibili anche per i pazienti che utilizzano Medicalchain. I pazienti potranno pagare per i servizi medici con criptovalute, e il post di Medium sottolinea che gli utenti saranno "incentivati" a pagare per qualsiasi servizio di telemedicina con i MedToken, la criptovaluta di Medicalchain.

Il Dott. Vince Grippaudo, Senior Partner di The Groves, ha dichiarato nel post Media che la partnership è un' "opportunità unica" per portare la tecnologia Blockchain nel settore sanitario:

"Riteniamo che, consentendo alle persone di scegliere il modo con cui accedere all'assistenza sanitaria, possiamo ridurre la pressione sui servizi di sanità pubblica. L'obiettivo è migliorare i servizi sanitari, non solo nel Regno Unito ma in tutto il mondo, e con Medicalchain crediamo di poterlo fare".

Dopo l'attacco informatico di WannaCry dello scorso maggio che ha paralizzato gran parte del servizio sanitario nazionale britannico, la City University di Londra e l'Indian Institute of Technology Kharagpur hanno iniziato a collaborare a un consorzio per proteggere i sistemi sanitari dal crimine informatico attraverso l'architettura Blockchain.