La SEC revisionerà le nove domande di ETF sul Bitcoin entro il 5 novembre

Avviso: il termine indicato dalla SEC è stato modificato dal 26 ottobre al 5 novembre. L'articolo è stato aggiornato per riflettere tale modifica.

La Securities and Exchange Commission (SEC) degli Stati Uniti ha annunciato il termine ultimo per la revisione delle proposte di modifica al regolamento relative a diversi exchange traded fund (ETF) basati sul Bitcoin (BTC).

Secondo i documenti pubblicati nella giornata di ieri dalla SEC, la questione riguarda nove ETF proposti da tre diversi richiedenti.

I nuovi emendamenti riguardano due ETF presentati da ProShares insieme alla piattaforma di trading di ETF della Borsa di New York (NYSE), NYSE Arca. Le altre domande interessate sono i cinque ETF proposti da Direxion, anch'essi quotati su NYSE Arca, e le due proposte di GraniteShares, che prevedono invece la quotazione sul Chicago Board Options Exchange (CBOE).

La SEC ha invitato "qualsiasi parte o altra persona" a presentare una dichiarazione di supporto o di rigetto degli ETF sul BTC sopra citati entro il 5 novembre.

Il regolatore ha precisato che la disapprovazione delle proposte emessa in precedenza rimarrà comunque in vigore in attesa del riesame della Commissione.

In un avviso separato, la SEC ha poi rilasciato degli emendamenti a specifici cambiamenti e chiarimenti avanzati da GraniteShares in merito ai modelli operativi proposti.

Come riportato a fine agosto, la SEC aveva scelto di rivedere il suo pronunciamento sulle nove proposte di ETF appena un giorno dopo averle rigettate. Il regolatore ha riscontrato che i prodotti non erano conformi ai requisiti previsti dalla "Sezione 6(b)(5) dell'Exchange Act, in particolare il requisito secondo cui le norme di un exchange di security nazionale debbano essere concepite per prevenire atti e pratiche fraudolenti e manipolativi".