La vedova del fondatore di QuadrigaCX consegna 9 milioni di dollari di asset agli utenti

Robertson restituisce la maggior parte dei suoi beni

In una dichiarazione personale, pubblicata da Coindesk il 7 ottobre, Jennifer Robertson ha annunciato che avrebbe trasferito la maggior parte degli asset - valutati attorno ai 9 milioni di dollari - a Earnst&Young Canada. La big four ha agito da fiduciario fallimentare di QuadrigaCX.

Inoltre, Robertson ha spiegato di aver stipulato un accordo di transazione volontaria, che prevede la restituzione della maggior parte degli asset alle vittime finanziarie di QuadrigaCX:

"Ho stipulato un accordo di transazione volontaria in cui la stragrande maggioranza dei miei asset e tutti quelli dell'eredità verranno restituiti a QCX a beneficio degli utenti interessati".

Robertson ha spiegato di avere avuto l'impressione che tutti gli asset fossero stati tutti acquistati con i profitti, lo stipendio e i dividendi legittimamente guadagnati da suo marito, aggiungendo:

"Sono stata sconvolta e delusa quando ho appreso delle attività di Gerry dalle indagini, e continuo ad esserlo durante la stipulazione di questo accordo."

QuadrigaCX sotto revisione dalla Canada Revenue Agency

Come riportato da Cointelegraph a settembre, QuadrigaCX è stata sottoposta ad una revisione contabile dalla Canada Revenue Agency, l'autorità fiscale del paese, che ha richiesto la dichiarazione dei redditi dal 1° ottobre 2015 al 30 settembre 2018.

Nell'ultimo anno, l'exchange è stato al centro di un lungo caso giudiziario con i creditori della società. La vicenda ha fatto nascere diverse speculazioni il destino delle criptovalute andate perse, e alcuni hanno addirittura messo in dubbio la morte di Cotten.