Bitcoin (BTC) può ancora raggiungere un prezzo medio di 288.000$ nell’arco dei prossimi 3 anni, ha dichiarato fiducioso l’analista PlanB poco prima che il valore della coppia BTC/USD crescesse fino agli attuali 39.600$.

In un tweet di sabato, il creatore del famoso modello di prezzo Stock-to-Flow ha tentato di fugare ogni dubbio sull’andamento della bull run di Bitcoin.

PlanB: niente di nuovo sotto il sole per BTC

PlanB ha pubblicato un grafico che mostra come Bitcoin sia diretto verso il medesimo market cap dell'oro, nonostante l'asset stia faticando a oltrepassare il muro dei 40.000$.

Come riportato da Cointelegraph, nelle scorse settimane sono aumentate le preoccupazioni tra trader e analisti, in quanto a loro parere assisteremo presto a una correzione più marcata del prezzo di BTC.

Il prezzo di 288.000$ è ancora in gioco”, ha rimbeccato l’analista PlanB.

"Mi stupirebbe se durante questa fase Bitcoin non toccasse la linea nera del modello S2FX. Nonostante l’attuale volatilità, i punti in giallo, verde e blu saranno (molto) più in alto rispetto ai punti arancioni."

Rapporto fra il prezzo di BTC/USD e i mesi rimanenti al successivo halving. Fonte: PlanB/ Twitter

Se le previsioni di PlanB non si dovessero avverare, il modello S2F sarebbe messo seriamente in discussione, dal momento che finora ha delineato la crescita di Bitcoin con notevole precisione.

Il prezzo di 288.000$ a cui l'analista fa riferimento deriva da una particolare iterazione dello S2F, lo Stock-to-Flow Cross-Asset (S2FX); la versione precedente del modello prevede una più modesta media di 100.000$. Entrambi valori si basano sull'attuale ciclo di halving, un periodo di quattro anni iniziato a maggio 2020 e che si suppone terminerà ad aprile 2024.

Come segnalato da Cointelegraph, la deviazione del prezzo spot dallo S2F ha raggiunto livelli che normalmente vedono seguire un bounce e un nuovo massimo storico.

PlanB ha aggiunto che il 2021 ha seguito i trend degli altri anni in cui si sono registrati i massimi livelli storici, ovvero il 2013 e il 2017, togliendo credibilità alle voci secondo cui Bitcoin starebbe affrontando un periodo di crisi:

"La deviazione non è molto diversa dal 2013 (S2F ~10) o dal 2017 (S2F ~25), si tratta soltanto della solita inerzia successiva ad un halving."

Bitcoin ha un asso rialzista nella manica

Anche Mike McGlone, senior commodity strategist presso Bloomberg Intelligence, si è unito ai sostenitori dello Stock-to-Flow. Sabato ha definito "un asso rialzista" il fatto che l'offerta di Bitcoin continua a diminuire, che farà aumentare il suo prezzo in maniera quasi naturale:

"Bitcoin a 100.000$ ha un asso rialzista nella manica: il taglio dell’offerta. Quest'anno si sta verificando una diminuzione dell'offerta di Bitcoin, rendendo più probabile che il prezzo aumenti se si ripeterà l’andamento dei modelli passati."

Rapporto fra il prezzo di Bitcoin e la riduzione dell'offerta. Fonte: McGlone/ Twitter

McGlone ha rilasciato le sue previsioni rialziste proprio mentre Taproot, visto come il più importante aggiornamento alla rete Bitcoin degli ultimi quattro anni, è ormai quasi pronto per l'attivazione.

In arrivo a novembre, Taproot apporterà una serie di miglioramenti al protocollo. Fra le altre cose, renderà più economico l'utilizzo di alcune funzionalità chiave come le transazioni multifirma.