Il prezzo di Bitcoin (BTC) è in poche ore crollato del 17% quando Elon Musk, il CEO di Tesla, ha criticato l'alto consumo energetico della criptovaluta. Ma l'asset è già in ripresa.

Sebbene questa notte il prezzo si sia contratto fino a un minimo di 45.600$, la coppia BTC/USD ha già recuperato parte del terreno perduto e attualmente oscilla attorno ai 50.000$.

Ma Bitcoin ha più volte dimostrato di essere resiliente alle azioni dei singoli utenti, non importa quanto influenti.

Alla Proof-of-Work non importa

L'algoritmo Proof-of-Work di Bitcoin premia sia i miner che gli investitori, perché gli anni di "lavoro" hanno reso il network più forte. Più a lungo BTC continuerà ad esistere, meno saranno le probabilità che soccomba ad attacchi esterni o che gli utenti abbandonino il network in favore di altre criptovalute.

È questo il motivo per cui BTC continua ad essere la principale criptovaluta del settore: nessuna altcoin può "fare Bitcoin" meglio di Bitcoin. Nel caso specifico di Musk, la Proof-of-Work è significativa per un altro motivo: soltanto perché un singolo investitore, per quanto importante, ha cambiato idea sui meriti di Bitcoin e questo ha fatto abbassare i prezzi, non significa che i miner abbiano alcun incentivo ad abbandonare il network o a vendere.

Questo aspetto dell'effetto network significa che, tutto sommato, Musk ha soltanto fatto pubblicità a Bitcoin: le sue parole e azioni non cambiano la natura e le capacità della criptovaluta.

PlanB, noto analista e ideatore del modello di prezzo Stock-to-Flow, ha commentato in merito a questo fenomeno:

"Perché la Proof-of-Work è cruciale per Bitcoin? Perché un hash valido (PoW) è il modo in cui i nodi P2P capiscono che un blocco è valido, senza che ci sia bisogno di un server o di un ente di terze parti fidato.

Bitcoin morirebbe senza PoW!"

Grafico annuale dell'hash rate di Bitcoin, media settimanale. Fonte: Blockchain

Al prezzo non importa

Nonostante il brusco crollo dopo le parole di Musk, i recenti movimenti di Bitcoin dimostrano in realtà la sua incredibile resilienza alle critiche. Il valore della coppia BTC/USD si è infatti contratto per circa due ore, per poi cambiare direzione e tornare ai livelli attuali. Non solo: il calo non è risultato troppo diverso da altri movimenti negativi a cui abbiamo già assistito quest'anno, e non ha affatto invalidato il trend a lungo termine.

Un livello particolarmente importante che ha caratterizzato la bull run del 2020-2021 è la 21-Week Exponential Moving Average (EMA): gli analisti hanno affermato che questo livello determinerà il prezzo minimo durante i dip, proprio come avvenuto nella bull run del 2017.

Nemmeno le parole di Musk sono riuscite a far scendere Bitcoin sotto tale indicatore: il breve wick a 45.650$ si è subito interrotto non appena ha incontrato la 21-EMA.

BTC/USD, grafico candele settimanali vs. 21-EMA. Fonte: Tradingview

Al "consumo" energetico di Bitcoin non importa

Come sempre, quando si analizza Bitcoin bisogna guardare al lungo termine.

Quando le acque si saranno calmate e le critiche di Musk diverranno meno vivide nelle memorie dei trader, il dibattito sulla ecosostenibilità di Bitcoin continuerà come ha sempre fatto. Tuttavia, molte delle critiche più comuni sono già state smentite da tempo.

Soltanto la scorsa settimana, Michael Saylor, CEO di MicroStrategy, ha spiegato durante un'intervista perché le accuse secondo cui Bitcoin sarebbe "dannoso" per l'ambiente non hanno alcun fondamento.

Rispondendo a Musk, Saylor ha definito "ironica" la decisione di Tesla di smettere di accettare Bitcoin per i pagamenti:

"È ironico perché le transazioni in Bitcoin non usano alcuna energia. L'energia viene utilizzata per proteggere il network: a conti fatti, nel tempo l'impatto netto sul consumo di combustibili fossili sarà negativo."

Anche Saifedean Ammous, autore del popolare libro "The Bitcoin Standard", si è unito alla discussione:

"A meno che tu non abbia reso maggiormente ecosostenibile anche la produzione dei tuoi razzi e delle tue batterie, queste affermazioni ti fanno sembrare soltanto un grosso ipocrita.

Il mondo ha più bisogno di una moneta solida che dei tuoi razzi e delle tue automobili elettriche sovvenzionate dal governo."