Qualche giorno fa, il prezzo di Bitcoin (BTC) si è ritirato sostanzialmente dal suo massimo annuale a 14.149$. Tuttavia, cinque segni indicano che il vero rialzo è ancora solo agli inizi.

La crescente attività di “HODL,” i fondamentali da record, lo scarso interesse retail, il breakout su intervalli più lunghi e gli indicatori tecnici suggeriscono che una più grande bull run sta per arrivare nel mercato.

Breakout su intervalli più estesi

Bitcoin ha perso più del 6% dal suo picco locale sopra i 14.000$, un livello inviolato dal 2017.

Nei grafici settimanale e mensile ha segnato un chiaro breakout, registrando una chiusura delle candele sopra i 13.000$ per la prima volta in quasi tre anni.

Grafico settimanale di Bitcoin. Fonte: TradingView.com

Come già segnalato da Cointelegraph, il grafico mensile mostra che Bitcoin si trova ben al di sopra di medie mobili cruciali. Tecnicamente, questo significa che lo slancio è ancora intatto, ma un sano pullback potrebbe rivelarsi utile.

L’attività su Google e il volume sui social media sono ancora bassi

Durante il picco di una bull run, le ricerche su Google per la parola chiave “Bitcoin” salgono alle stelle mentre la domanda retail si riversa nell’asset. Quando il sentiment di mercato diventa euforico, le whale tendono a incassare i profitti, spingendo il mercato al ribasso.

Negli ultimi mesi, nonostante il forte movimento rialzista di Bitcoin, l’attività su Google Trends è rimasta bassa. Questo indica che sono pochi gli investitori retail in cerca di informazioni sulla criptovaluta.

Inoltre, secondo i dati forniti da The Tie, il volume mensile di tweet relativi a Bitcoin a ottobre è salito solo del 7,8%. La mancanza di interesse retail nonostante l’arrivo del prezzo a massimi pluriennali indica che BTC potrebbe trovarsi ancora in una fase iniziale del bull market.

Volume dei tweet su Bitcoin dal 2018. Fonte: The Tie

Gli indicatori tecnici mostrano che il rialzo non è surriscaldato

Secondo il Mayer Multiple, i cicli di prezzo storici registrati da Bitcoin suggeriscono che l’attuale movimento di BTC non è ancora surriscaldato

Il Mayer Multiple analizza il prezzo di Bitcoin basandosi sulla sua media mobile a 200 giorni, che ne valuta il trend a lungo termine, Se l’indicatore si trova sopra il valore di 2,4, probabilmente il rialzo è surriscaldato e si sta esaurendo. Nel 2017, quando BTC ha toccato i 20.000$, il Mayer Multiple è arrivato a circa 3,8.

Al 3 novembre, il Mayer Multiple si trova intorno a 1,45. Questa lettura indica che il movimento non è surriscaldato o sovraffollato, nonostante il trend rialzista iniziato a marzo che ha portato BTC da 3.600$ a 13.350$.

Il Mayer Multiple. Fonte: mayermultiple.info

L’hash rate è ancora vicino al suo massimo da record

Nei mesi autunnali, le regioni settentrionali della Cina continentale sono colpite dalla stagione delle piogge. Le principali aziende di mining che sfruttano l’energia idroelettrica possono accedere a elettricità più economica, consentendo loro di minare Bitcoin in modo più efficiente.

Quest’anno, al termine della stagione delle piogge, si è verificato un esodo in massa di miner nella zona settentrionale della Cina. Di conseguenza, l’hash rate di Bitcoin è precipitato bruscamente in un breve periodo.

Nonostante ciò, la media a 30 giorni dell’hash rate per quest’anno mostra che l’hash rate di Bitcoin è ancora in prossimità del suo massimo da record. Attualmente, si trova a circa 132 milioni di terahash al secondo. In confronto, a gennaio l’hash rate era ben sotto i 100 milioni di TH/s.

Media a 30 giorni dell’hash rate di Bitcoin. Fonte: Blockchain.com

L’attività di HODL è ancora forte

Secondo l’indicatore delle HODL wave, che valuta il trend dei possessori a lungo termine di Bitcoin, sempre più investitori stanno conservando BTC per periodi più lunghi.

L’attività di HODL è aumentata da marzo, quando il prezzo di BTC è caduto brevemente sotto i 3.600$. Da allora, gli investitori stanno accumulando costantemente BTC.

HODL wave di Bitcoin. Fonte: Unchained Capital

La crescita dell’HODL in BTC insieme a fondamentali solidi, una struttura tecnica favorevole su intervalli estesi e indicatori tecnici positivi hanno rafforzato il sentiment di mercato generale, il quale potrebbe eventualmente scatenare un rialzo ancora più grande per Bitcoin.