Stati Uniti: Andrew Yang vuole rendere le elezioni più sicure con la tecnologia blockchain

Il candidato democratico Andrew Yang ha dichiarato che, nel caso in cui dovesse vincere le presidenziali del 2020, implementerà un sistema elettorale mobile basato su blockchain.

Sul sito web della sua campagna elettorale, il noto sostenitore della blockchain dichiara che cittadini americani dovrebbero avere la possibilità di votare su un dispositivo mobile che utilizzi la tecnologia nei processi di verifica.

"È ridicolo che nel 2020 dobbiamo ancora fare la fila per ore"

Yang ritiene inoltre che, in termini di sicurezza, la maggior parte delle macchine elettorali sia vulnerabile agli attacchi hacker tanto quanto lo è la tecnologia moderna:

"È ridicolo che nel 2020 stiamo ancora in fila per ore per votare in delle antiquate cabine elettorali. Oggi è tecnicamanete possibile al 100% avere un sistema di voto a prova di frode sui nostri telefoni cellulari usando la blockchain. Ciò rivoluzionerebbe la vera democrazia e aumenterebbe la partecipazione per includere tutti gli americani: quelli senza smartphone potrebbero usare comunque il sistema tradizionale e le file sarebbero molto brevi. "

Come risultato, Yang spera che il voto mobile porti una maggiore partecipazione alle elezioni. Sul suo sito web, il candidato afferma che le elezioni presidenziali registrano attualmente circa il 50% di partecipazione da parte del pubblico, e sostiene che una bassa affluenza "avvantaggi i punti di vista estremi rispetto alla volontà popolare".

Il mese scorso, un nuovo comitato di azione politica a sostegno di Yang ha cominciato ad accettare donazioni in Bitcoin tramite il Lightning Network. Ad aprile, Yang ha anche chiesto delle linee guida più chiare per investitori, società e privati che operano nel settore crypto, aggiungendo che la blockchain ha un enorme potenziale.

Come precedentemente riportato da Cointelegraph, "United Russia", il partito al governo della Federazione Russa, ha lanciato una piattaforma basata su blockchain per votare alle primarie di marzo. Il sistema consente ai cittadini di votare online, e utilizza la tecnologia blockchain per prevenire manomissioni e frodi.