Il partito attualmente al governo in Russia lancia un sistema di e-voting basato su blockchain

Russia Unita, il partito attualmente al governo nella Federazione Russa, ha lanciato una piattaforma per il voto elettronico basata sulla tecnologia blockchain: la notizia è stata recentemente riportata dal portale d'informazione locale TASS.

In particolare, Russia Unita ha lanciato una nuova versione del proprio portale in rete dedicato alle primarie, con aggiunta una funzione di e-voting. Vyacheslav Sateyev, a capo dei progetti del partito legati al settore informatico, ha commentato:

"I candidati potranno compilare le proprie pagine personali su questo sito, pubblicando notizie, video e foto. I loro account personali sono inoltre integrati con tutti i social network. Abbiamo anche realizzato una versione del sito per smartphone."

Soltanto i cittadini che hanno completato il processo di autorizzazione sul portale potranno partecipare al voto. Questo sistema di e-voting è stato infatti progettato per incrementare il livello di trasparenza ed eliminare qualsiasi intermediario durante le elezioni.

Lo scorso mese, il consiglio cittadino di Mosca ha proposto un disegno di legge che consente l'utilizzo della blockchain per la realizzazione di un sistema di voto elettronico. Dmitry Vyatkin, membro del partito Russia Unita e uno degli autori della nuova normativa, aveva spiegato che questa tecnologia consente di separare i dati personali dei votanti dai risultati del voto stesso:

"Sarebbe impossibile connettere le due cose, è così che funziona la blockchain."