Gli investitori asiatici rimproverano gli Stati Uniti per la mancanza di regolamentazioni sulle criptovalute

Durante la conferenza BlockShow Asia 2019, Edith Yeung, Managing Partner di Proof of Capital, ha richiamato i regolatori statunitensi per aver completamente ignorato le richieste di maggiore trasparenza da parte delle imprese operanti nel settore blockchain.

La sede centrale di queste aziende si trova solitamente a Singapore, in Svizzera o a Hong Kong perché "non hanno idea di cosa stia succedendo negli Stati Uniti. Non vogliono operare in questo Paese a causa delle tensioni legali."

Alcuni exchange stanno effettivamente abbandonando gli Stati Uniti a causa delle incertezze normative. Lo scorso mese Poloniex ha annunciato il proprio allontanamento dalla compagnia madre Circle, per poi fondare una nuova azienda indipendente, Polo Digital Assets, che non offrirà i propri servizi ai residenti americani.

Il popolare exchange di criptovalute Binance ha invece lanciato Binance.US, entità totalmente separata dalla società madre e operante esclusivamente negli Stati Uniti.

Al tempo stesso, Yeung ha affermato che cambiare troppo rapidamente il contesto normativo statunitense potrebbe essere potenzialmente pericoloso. Per tale motivo, ha semplicemente esortato l'industria blockchain di non abbandonare del tutto il Paese.

Tramite la propria azienda Proof of Capital, Yeung investe in startup operanti nei settori dell'intelligenza artificiale e della blockchain. Il portfolio della compagnia comprende Stellar, Nebulas, Solana, Oasis Labs, Hooked e molto altro.