Bakkt farà partire il test dei future su Bitcoin a luglio 2019

Bakkt ha in programma di avviare la fase di test per il trading dei future su Bitcoin all'inizio di luglio 2019. Lo ha rivelato il CEO della società Kelly Loeffler in un post Medium pubblicato il 13 maggio.

Annunciata per la prima volta nell'agosto del 2018, la piattaforma di asset digitali introdurrà i primi future su Bitcoin in un exchange regolamentato a livello federale, in collaborazione con la sua società madre Intercontinental Exchange (ICE).

Nello specifico, Bakkt sta lavorando con ICE Futures U.S. exchange e ICE Clear U.S. per preparare la prima fase di test sia del trading che della custodia dei future:

"Nelle prossime settimane, insieme ai nostri partner ICE, lavoreremo con i nostri clienti per preparare l'user acceptance testing (UAT) per i future e i servizi di custodia, che ci aspettiamo di lanciare a luglio."

Nel comunicato, la società ha anche dichiarato di star lavorando a stretto contatto con la Commodity Futures Trading Commission degli Stati Uniti per essere conforme alle normative federali, nonché per soddisfare i principali requisiti in termini di protezione degli investitori.

Ad aprile, Bakkt ha acquisito il servizio di custodia Digital Asset Custody Company (DACC), rivelando inoltre che di fatto domanda al Dipartimento dei Servizi Finanziari di New York per ottenere una licenza BitLicense.

Recentemente, secondo un articolo pubblicato da Reuter, ICE avrebbe approfittato del "crypto winter" del 2018 per acquistare asset di criptovaluta a prezzi vantaggiosi per la sua piattaforma Bakkt.