Bank of Japan: Libra necessita di regolamentazioni coordinate a livello internazionale

Il governatore della Bank of Japan ha affermato che la cooperazione internazionale è di fondamentale importanza quando si tratta di regolamentare le valute digitali, come il token Libra di Facebook.

In un discorso recentemente tenuto nella città di Osaka, Haruhiko Kuroda ha esortato gli esponenti della politica a garantire che gli asset digitali vengano regolamentati in maniera estremamente severa. "Se Libra venisse introdotta", ha dichiarato l'uomo, "l'impatto sulla società potrebbe essere enorme."

Libra viene considerata una minaccia per la stabilità finanziaria

A luglio di quest'anno le autorità giapponesi hanno tenuto uno speciale incontro, al quale hanno partecipato rappresentanti della Bank of Japan, del Ministero delle Finanze e dell'Agenzia per i Servizi Finanziari, al fine di indagare sull'impatto che Libra potrebbe avere sulle politiche monetarie e sulla stabilità finanziaria.

Decisamente negativa anche l'opinione dei politici europei. Questo mese Olaf Scholz, Ministro delle Finanze tedesco, ha dichiarato che il governo rifiuterà qualsiasi forma di moneta parallela:

"Dobbiamo proteggere i consumatori e la sovranità dello Stato. Un elemento fondamentale della sovranità dello Stato è la distribuzione di valuta, non lasceremo che siano le aziende private ad occuparsi di questo compito."

Sempre a settembre, il Ministro delle Finanze francese Bruno Le Maire ha affermato che il paese si opporrà al lancio di Libra in Europa, in quanto "mette a repentaglio la sovranità monetaria degli Stati". Ha poi continuato:

"Tutti i timori legati a Libra non vanno presi alla leggera. Pertanto lo dirò in maniera estremamente chiara: nelle condizioni attuali, non possiamo autorizzare lo sviluppo di Libra sul suolo europeo."