Pare che Barclays abbia troncato i propri rapporti con Coinbase, svelano fonti anonime

Pare che Barclays, colosso britannico delle attività bancarie e assicurative, abbia interrotto i propri rapporti con il popolare exchange statunitense di criptovalute Coinbase. Stando infatti a quanto dichiarato da alcune fonti anonime vicine all'azienda, citate dal portale d'informazione Coindesk, Barclays non offrirà più i propri servizi a Coinbase, troncando una collaborazione avviata a marzo dello scorso anno.

La notizia potrebbe avere conseguenze fortemente negative sul settore delle criptovalute. Oltre al prestigio dovuto al legame tra un exchange di monete digitali e un importante membro dell'industria bancaria tradizionale, questa collaborazione consentiva gli utenti di Coinbase di accedere al Faster Payments Scheme del Regno Unito, un servizio che permette di accelerare notevolmente l'acquisto di monete digitali con sterline britanniche.

Le ragioni di questo allontanamento sono ancora incerte. A tal proposito, una delle fonti anonime contattate da Coindesk ha dichiarato:

"Mi pare di capire che la propensione al rischio di Barclays si sia leggermente ridotta. Non so esattamente il motivo di questa loro scelta, forse è avvenuta qualche attività che non hanno particolarmente apprezzato.

Coinbase potrà comunque accedere ai servizi bancari del Regno Unito attraverso Clearbank, un'istituzione minore.