Nonostante il crollo dei volumi di scambio la piattaforma è ancora redditizia, afferma il CEO di Binance

Durante un'intervista con CNBC Africa, Changpeng Zhao, CEO del popolare exchange di criptovalute Binance, ha affermato che la compagnia non teme i bassi volumi di scambio causati dalla recente staticità dei mercati.

Secondo Zhao attualmente su Binance viene svolto appena un decimo del trading rispetto a gennaio di quest'anno, ma i volumi di scambio sulla piattaforma rimangono comunque molto più alti se paragonati a "due o tre anni fa". L'attività è pertanto "ancora redditizia", sottolinea il CEO.

Quando gli è stato chiesto se Binance stesse ancora aprendo nuovi conti "ad un ritmo crescente", Zhao ha rivelato che l'exchange accoglie tuttora un gran numero di nuovi utenti, ma non tanti quanto nel "periodo davvero folle" di gennaio e febbraio.

Per quanto riguarda invece la quantità di criptovalute in possesso di Binance, Zhao ha affermato che i fondi della piattaforma sono in continuo aumento, specialmente di Bitcoin (BTC).

L'azienda ha inoltre constatato che ultimamente un numero sempre maggiore di clienti deposita i propri BTC su Binance. La riduzione dei volumi di scambio ha infatti portato ad una generale stabilizzazione dei prezzi, spiega Zhao, e solitamente quando le persone effettuano meno trading decidono di depositare le proprie monete all'interno di portafogli privati. La compagnia ha tuttavia notato che in questo periodo sta accadendo l'esatto contrario.

Infine, discutendo dei possibili catalizzatori che porteranno ad una nuova ripresa del mercato, Zhao non ha saputo fornire una risposta precisa, poiché "è molto difficile prevedere con certezza quale fattore sarà la causa scatenante". Ciononostante il CEO scommetterebbe sull'avvento degli investitori istituzionali, in quanto porterebbero molti nuovi fondi nel settore, in maniera più stabile e regolamentata.

Lo scorso mese il celebre investitore in criptovalute Mike Novogratz aveva previsto che le istituzioni avrebbero fatto il proprio ingresso nel mercato a partire dal primo o secondo trimestre del prossimo anno, portando al raggiungimento di nuovi massimi da parte del BTC.