Bitcoin, Ethereum, Ripple, Bitcoin Cash, EOS, Litecoin, Cardano, Stellar, IOTA, Tron: Analisi dei prezzi, 2 luglio

Le idee e le opinioni espresse in questo articolo sono unicamente quelle dell'autore, e non riflettono necessariamente il punto di vista di Cointelegraph.com. Qualsiasi trade o investimento comporta dei rischi: si consiglia di condurre la propria ricerca prima di prendere una decisione definitiva.

I dati di mercato sono stati forniti dalla piattaforma di exchange HitBTC.

La capitalizzazione complessiva di mercato è aumentata da 233 a 260 miliardi di dollari in appena un giorno: si tratta di un salto dell'11,58%. Questo mostra che il vigore delle criptovalute non è scomparso, e riescono ancora a riprendersi dalle riduzioni improvvise di prezzo.

Molti hanno comparato il crollo del Bitcoin avvenuto nel 2014 alla correzione corrente. Crediamo tuttavia che la ripresa non avverrà in maniera simile a quattro anni fa: al tempo la criptovaluta veniva supportata soltanto da pochi appassionati, mentre oggi i mezzi d'informazione ne parlano continuamente.

Ovviamente l'afflusso di denaro istituzionale, quanto accadrà, sarà un evento molto importante, che spingerà in alto i prezzi di svariate criptovalute.

Mohamed El-Erian, consulente economico di Allianz, si è dichiarato disposto ad acquistare Bitcoin se mai il prezzo dovesse scivolare a quota 5.000$. È chiaro che numerosi investitori tradizionali stanno attendendo il momento opportuno per entrare nel settore.

Recentemente molti analisti hanno tentato di prevedere il target di un eventuale rialzo del Bitcoin. Secondo Arthur Hayes, cofondatore e CEO di BitMEX, entro fine anno la criptovaluta raggiungerà quota 50.000$. Si tratta di una cifra estremamente difficile da raggiungere, ma a nostro parere la moneta ha quasi trovato il fondo: in futuro i prezzi si muoveranno verso l'alto.

Diamo un'occhiata ai grafici, alla ricerca di configurazioni d'acquisto.

BTC/USD

Per quanto riguarda il Bitcoin, i rialzisti hanno fatto sentire la propria presenza tra il 29 e il 30 giugno: il pullback da 5.910,65$ ha superato la downtrend line e la EMA a 20 giorni. L'incapacità dei ribassisti di sfruttare il breakdown sotto quota 6.000$ è un segnale decisamente positivo.

BTC/USD

Se la coppia BTC/USD dovesse riuscire a superare i 6.650$, è probabile che assisteremo ad un rialzo verso i 7.750$. È presente una debole resistenza a 6.877$, ma ci aspettiamo che venga superata.

Consigliamo pertanto di acquistare metà delle posizioni desiderate a 6.650$, e il rimanente 50% a 6.900$. Lo stop loss andrebbe invece piazzato a 5.900$.

Una difesa del supporto a 5.900$ da parte dei rialzisti confermerebbe la nostra ipotesi di un ampio range compreso tra 6.000$ e 12.000$. Al contrario, nel caso in cui il prezzo dovesse scendere sotto quota 5.900$, dovremo modificare la nostra visione di conseguenza.

Le analisi dei trader non dovrebbero infatti mai essere rigide, ma aggiornate continuamente in base agli sviluppi dei grafici.

ETH/USD

In data 29 giugno, il pullback di Ethereum ha raggiunto la EMA a 20 giorni dopo un breve arresto alla downtrend line. I ribassisti tenteranno ora di difendere questa resistenza, a quota 481$.

ETH/USD

Se la coppia ETH/USD dovesse subire un ribasso, tornando sotto i 400$, questa diverrebbe negativa e potrebbe scivolare fino al supporto critico a 358$.

Al contrario, se i rialzisti dovessero riuscire a superare la EMA a 20 giorni, possiamo aspettarci un'impennata verso quota 600$, con una debole resistenza a 550$.

I trader possono aprire posizioni long attorno ai 500$, mantenendo il proprio stop loss a 400$. Consigliamo di acquistare soltanto il 40% delle posizioni solite, in quanto il rapporto tra rischi e ricompense non è molto allettante.

XRP/USD

Il desiderio d'acquisto non è invece tornato per Ripple, il cui prezzo non è riuscito a raggiungere la EMA a 20 giorni o la downtrend line.

XRP/USD

Salvo qualche improvvisa impennata, la coppia XRP/USD rimarrà vulnerabile ad una nuova ondata di vendite.

La nostra opinione tornerà positiva solo nel caso in cui venga superata la resistenza a 0,56270. Fino ad allora, consigliamo di rimanere in disparte e attendere.

BCH/USD

Bitcoin Cash ha subito un rimbalzo da quota 657$, superando la downtrend line. Sta ora affrontando una resistenza alla EMA a 20 giorni. Un ulteriore rialzo innescherebbe un trend positivo, che potrebbe spingere il prezzo prima a 934$ e successivamente a 1.200$.

BCH/USD

Al contrario, nel caso in cui i ribassisti riuscissero a difendere la EMA a 20 giorni, la coppia BCH/USD potrebbe scivolare fino al minimo del 29 giugno, a 657,8$. Sotto tale livello la criptovaluta diverrebbe negativa.

Consigliamo pertanto l'apertura di posizioni long una volta superata la EMA, mantenendo lo stop loss a 650$. Il rapporto tra rischi e ricompense non è molto invitante, ed è meglio aprire soltanto il 40% delle posizioni solite.

EOS/USD

Da otto giorni a questa parte EOS viene scambiato in un range ristretto. Il recente superamento di questo intervallo potrebbe spingere la criptovaluta verso la downtrend line, che rappresenterà tuttavia una resistenza.

EOS/USD

I trader a breve termine possono sfruttare a proprio vantaggio il probabile rialzo, mentre quelli a lungo termine dovrebbero attendere nuove configurazioni d'acquisto. La nostra opinione su EOS/USD diverrà positiva soltanto una volta superata la downtrend line.

Finché il prezzo rimarrà sotto entrambe le medie mobili, qualsiasi tentativo di rialzo incontrerà un forte desiderio di vendita.

LTC/USD

Il Litecoin sta lottando per rimanere sopra la downtrend line, mostrando che la spinta verso il basso sta lentamente perdendo forza. Ciononostante, i rialzisti incontreranno una forte resistenza alla EMA a 20 giorni, e nuovamente nell'area compresa tra 100$ e 107,102$.

LTC/USD

Se i ribassisti dovessero riuscire a spingere la moneta sotto i 74$, il downtrend riprenderà. Se tale livello dovesse invece reggere, la coppia LTC/USD potrebbe consolidarsi per qualche giorno prima di iniziare un nuovo uptrend.

Consiglieremo l'apertura di posizioni long solo una volta trovate nuove configurazioni d'acquisto.

ADA/USD

La moneta è scesa sotto il supporto a 0,13$, ma non per molto. Cardano ha ottenuto un pullback fino alla EMA a 20 giorni, che rappresenta una forte resistenza.

ADA/USD

Durante il precedente crollo a 0,13$, a marzo-aprile di quest'anno, la coppia ADA/USD ha cambiato il suo trend una volta superata la EMA.

Ci aspettiamo pertanto uno slancio da parte della moneta una volta superata quota 0,182$. Fino ad allora, suggeriamo ai trader di rimanere in disparte e attendere.

In basso, 0,13$ e 0,111843$ agiranno da solidi supporti.

XLM/USD

In data 29 giugno, Stellar ha ottenuto una ripresa da quota 0,1676$, superando in tal modo la downtrend line. Questo mostra che il declino è stato arrestato, ma procedere con l'acquisto potrebbe essere ancora rischioso.

XLM/USD

La coppia XLM/USD non ha superato in maniera convincente la EMA sin dal 9 maggio di quest'anno. Consigliamo pertanto di attendere il superamento di tale livello prima di agire.

In basso, l'area compresa tra 0,1676$ e 0,184$ rappresenta un solido supporto. Se questa zona non dovesse reggere, il valore della criptovaluta potrebbe scivolare fino a 0,138$.

IOTA/USD

Per quanto riguarda IOTA, rialzisti hanno difeso con successo quota 0,9150$. Il pullback dal supporto è incoraggiante, in quanto incrementa le probabilità che si formi un ampio range.

IOTA/USD

I rialzisti incontreranno una forte resistenza alla EMA a 20 giorni e alla downtrend line. Una volta superati questi due livelli, prevediamo un'impennata fino a 2$, offrendo un'ottima opportunità d'acquisto.

I trader dovrebbero tuttavia attendere una chiusura sopra la downtrend line, per evitare di farsi ingannare da un falso breakout. In questo caso lo stop loss dovrebbe essere mantenuto attorno ai minimi del 24 giugno.

La nostra visione rialzista verrebbe invalidata nel caso in cui la coppia IOTA/USD subisse un'inversione una volta raggiunta la EMA, crollando sotto quota 0,885$.

TRX/USD

Tron sta tentando di superare la resistenza superiore a 0,0373$. In alto, incontrerà una forte resistenza alla EMA a 20 giorni, un livello che non viene superato dal 23 maggio di quest'anno. Una volta oltrepassato, potremmo assistere ad un nuovo test della downtrend line.

TRX/USD

La coppia TRX/USD diverrà positiva soltanto se riuscirà a reggere il livello sopra la downtrend line per almeno qualche giorno.

Anche la divergenza positiva dell'RSI punta ad un probabile rialzo dei prezzi. Consiglieremo tuttavia l'apertura di posizioni long solo quando individueremo nuove configurazioni d'acquisto.

I dati di mercato sono stati forniti dalla piattaforma di exchange HitBTC. I grafici per le analisi sono stati forniti da TradingView.