Bitcoin, Ethereum, Ripple, Bitcoin Cash, EOS, Stellar, Litecoin, Cardano, Monero, TRON: Analisi dei prezzi, 15 ottobre

Le idee e le opinioni espresse in questo articolo sono unicamente quelle dell'autore, e non riflettono necessariamente il punto di vista di Cointelegraph.com. Qualsiasi trade o investimento comporta dei rischi: si consiglia di condurre le proprie ricerche prima di prendere una decisione definitiva.

I dati di mercato sono stati forniti dalla piattaforma di exchange HitBTC.

Pare che la stablecoin Tether (USDT) sia la ragione principale dei recenti rialzi, che nella giornata di ieri hanno spinto la capitalizzazione di mercato sopra quota 221 miliardi di dollari. Ma non è stata la distribuzione di nuove monete ad aver generato tale movimento verso l'alto.

Circolava infatti voce che Tether fosse stato improvvisamente rimosso da numerosi exchange, portando parecchi investitori a vendere i propri USDT. La moneta ha pertanto perso il proprio ancoraggio al dollaro statunitense, scivolando fino a 85 centesimi prima di recuperare parte dei ribassi.

Gli investitori più inquieti hanno convertito i propri USDT in altre criptovalute, portando ad un'improvvisa crescita dei prezzi. Tale rialzo deve aver inoltre innescato gli stop loss di parecchie posizioni short, alimentando ulteriormente l'impennata.

Sarà interessante osservare se le criptovalute riusciranno o meno a mantenere i livelli più alti.

BTC/USD

Il Bitcoin ha raggiunto un valore infragiornaliero di ben 7.550$, ma i rialzisti non sono riusciti a mantenere questi incrementi. Ai livelli più alti i trader hanno immediatamente liquidato i propri fondi.

Nel caso in cui i rialzisti riuscissero a spingere la moneta sopra i 6.850$, si tratterebbe di un segnale positivo che invaliderebbe il pattern ribassista a triangolo discendente. L'area compresa tra 7,413$ e 7.600$ rappresenta una resistenza minore: una volta superata, potremmo assistere ad un'impennata fino a quota 8.400$.

I prossimi giorni confermeranno se si è trattato o meno di un breakout genuino. Al momento i trader dovrebbero continuare a mantenere le proprie posizioni long, con uno stop loss a 5.900$.

Se i ribassisti riuscissero a spingere i prezzi sotto l'area di supporto compresa tra 6.075$ e 5.900$, la coppia BTC/USD diverrebbe estremamente negativa, incrementando le probabilità di un crollo a 5.450$ e 5.000$.

ETH/USD

Ethereum è bloccato all'interno di un range compreso tra 192,5 e 249,93$. Grazie ai recenti rialzi la moneta ha toccato la resistenza superiore dell'intervallo, senza tuttavia riuscire ad ottenere un breakout.

Il superamento di quota 250$ potrebbe attirare degli acquisti, spingendo i prezzi verso la prossima area di resistenza, compresa tra 300$ e 322$. Se i rialzisti riuscissero a superare anche questo livello potremmo assistere all'inizio di un nuovo uptrend.

Al contrario, la coppia ETH/USD riprenderebbe il downtrend in caso di breakdown da quota 167$. Al momento non troviamo alcuna configurazione d'acquisto per questa moneta.

XRP/USD

Ripple sta tentando di ottenere un pullback dopo aver trovato supporto al ritracciamento 78,6% dei recenti rialzi.

Il pullback di oggi ha tuttavia incontrato una resistenza alla EMA a 20 giorni, al momento leggermente in calo.

La coppia XRP/USD diverrebbe negativa in caso di breakdown da quota 0,37$. Un movimento del genere completerebbe il ritracciamento dei rialzi, facendo nuovamente scivolare i prezzi a 0,2691$. I trader dovrebbero attendere configurazioni d'acquisto affidabili prima di aprire nuove posizioni.

BCH/USD

Per ben quattro giorni Bitcoin Cash è riuscito a difendere la support line del triangolo simmetrico, ottenendo oggi un'improvvisa impennata verso l'alto che ha portato ad una chiusura attorno alla resistance line.

Nonostante il triangolo simmetrico sia un continuation pattern, a volte agisce come se fosse un reversal pattern. Un breakout dal triangolo simmetrico segnalerebbe l'inversione del trend, che potrebbe portare ad uno slancio a 660$ e 880$. I trader dovrebbero pertanto mantenere le proprie posizioni long, con uno stop loss a 400$.

Un breakdown dal triangolo rappresenterebbe invece uno sviluppo estremamente negativo, che potrebbe spingere la coppia BCH/USD a 300$ o addirittura più in basso.

EOS/USD

EOS ha mantenuto il livello a 5$ per circa quattro giorni, e il rialzo di oggi ha spinto il prezzo della valuta poco sopra i 6$. In alto, il livello chiave al quale bisognerà prestare attenzione si trova a 6,829$: una volta superato, assisteremo all'inizio di un nuovo uptrend.

Un breakdown da 5$ potrebbe tuttavia spingere la moneta verso l'area di supporto compresa tra 4,4930$ e 3,8723$. I trader dovrebbero pertanto mantenere le proprie posizioni long con uno stop loss a 4,90$.

Sopra i 6,8299$, la coppia EOS/USD potrebbe ottenere un'impennata fino a 9$. I movimenti volatili all'interno del range continueranno fino a tale breakout.

XLM/USD

Il rialzo di Stellar ha superato sia la resistenza superiore a 0,2498$ che la downtrend line del triangolo discendente. I rialzisti non sono tuttavia riusciti a mantenere i livelli più alti: i prezzi sono nuovamente tornati sotto la resistenza superiore a 0,2498$.

In alto, i trader dovrebbero prestare attenzione a quota 0,27$. Se la coppia XLM/USD riuscisse ad ottenere una chiusura sopra tale livello, il pattern ribassista verrebbe invalidato: si tratterebbe di uno sviluppo positivo.

Se al contrario i prezzi dovessero rimanere sotto i 0,25$, ci aspettiamo un proseguimento dei movimenti range bound. Il pattern ribassista verrà completato con un breakdown sotto i 0,184$. Qualsiasi posizione long andrebbe chiusa nel caso in cui i ribassisti riuscissero a spingere la moneta sotto i 0,165$.

LTC/USD

Il Litecoin continua ad essere scambiato all'interno di un range compreso tra 69,27$ e 49,46$. I rialzisti hanno ancora una volta difeso con successo il limite inferiore del range: si tratta di un livello critico per questa moneta, in quanto un eventuale breakdown potrebbe far scivolare la moneta a quota 40$, se non addirittura più in basso.

In alto, il livello al quale bisogna fare attenzione si trova a 69,27$. Nel caso in cui i rialzisti riuscissero ad ottenere una chiusura sopra tale resistenza, assisteremmo alla formazione di un pattern triple bottom. Suggeriamo pertanto ai trader di aprire nuove posizioni long al superamento di quota 70$.

L'impennata potrebbe spingere la coppia LTC/USD fino a 94$, un valore che rappresenta una forte resistenza. Se venisse superato anche questo livello, prevediamo l'inizio di un nuovo uptrend.

ADA/USD

Nonostante Cardano sia stato scambiato sotto quota 0,07353$ per circa quattro giorni, i ribassisti non hanno causato alcun danno irreparabile.

Oggi la coppia ADA/USD ha ottenuto ha ottenuto un notevole rialzo, arrivando a toccare la resistenza a 0,09425$.

Un breakout da 0,09425$ potrebbe spingere la criptovaluta fino a 0,1118$, un livello che agirà da forte resistenza. Al contrario, un breakdown da quota 0,0685$ incrementerebbe ulteriormente il desiderio di vendita, facendo scivolare la moneta fino al supporto critico a 0,0601$.

XMR/USD

Monero ha mantenuto il supporto critico a 100$ per ben quattro giorni. Oggi la criptovaluta ha ottenuto un rialzo che ha spinto i prezzi fino alla resistenza superiore a 128,65$.

Se la coppia XMR/USD riuscisse ad ottenere un breakout da quota 128,65$, è probabile che raggiunga l'area di resistenza compresa tra 142,71$ e 150$. Un breakdown dal supporto a 100$ potrebbe invece portare ad un crollo fino a 81$.

Infine, se i prezzi dovessero rimanere attorno ai 107,80$, potremmo assistere a movimenti range bound per qualche altro giorno.

TRX/USD

TRON ha ancora una volta superato la resistenza superiore, senza tuttavia riuscire a reggere i livelli più alti. Questo mostra una mancanza di acquirenti al di sopra del range.

La coppia TRX/USD è ora tornata all'interno del range compreso tra 0,0281$ e 0,0183$. La moneta otterrà uno slancio verso l'alto al superamento di tale intervallo.

In caso di chiusura sopra quota 0,0281$, i trader possono aspettarsi un movimento verso il livello a 0,0415$. Tuttavia, nel caso in cui i rialzisti non riuscissero ad ottenere un breakout, la criptovaluta potrebbe estendere la propria permanenza nel range per qualche altro giorno.

I dati di mercato sono stati forniti dalla piattaforma di exchange HitBTC. I grafici per le analisi sono stati forniti da TradingView.