Bitcoin, Ethereum, Ripple, Bitcoin Cash, EOS, Stellar, Litecoin, Cardano, Monero, TRON: Analisi dei prezzi, 26 ottobre

Le idee e le opinioni espresse in questo articolo sono unicamente quelle dell'autore, e non riflettono necessariamente il punto di vista di Cointelegraph.com. Qualsiasi trade o investimento comporta dei rischi: si consiglia di condurre le proprie ricerche prima di prendere una decisione definitiva.

I dati di mercato sono stati forniti dalla piattaforma di exchange HitBTC.

Le regolamentazioni sono un'arma a doppio taglio. Se utilizzate correttamente, possono infondere sicurezza tra gli investitori istituzionali; al contrario, un'implementazione errata può far allontanare i partecipanti al mercato. L'impiego di metodi tradizionali per regolamentare una nuova classe di asset può inoltre avere risultati disastrosi.

La Financial Services Agency (FSA) giapponese ha mostrato la giusta strada da seguire, consentendo alla Japan Virtual Currency Exchange Association di formulare e imporre le norme necessarie per garantire la protezione dei consumatori e prevenire il riciclaggio di denaro. Se questo esperimento di autoregolamentazione dovesse avere successo, è probabile che verrà adottato in molti altri paesi.

Le banche centrali pianificano di distribuire le proprie criptovalute? Molte istituzioni finanziarie, rivela un recente studio, credono che le Central Bank-issued Digital Currencies (CBDC) apporterebbero enormi benefici all'economia. Il vicedirettore della Bank of Japan (BOJ) Masayoshi Amamiya è tuttavia del parere opposto: le CBDC non offrono alcun reale vantaggio per il sistema monetario.

Recentemente i mercati delle criptovalute hanno smesso di reagire alle notizie, ma questo trading range bound non può durare per sempre. Presto i prezzi subiranno dei movimenti considerevoli, difficile dire se verso l'alto o verso il basso. Gli utenti dovrebbero pertanto essere pronti ad investire nel mercato in caso di breakout.

BTC/USD

Il fallimento del pattern ribassista dovrebbe alimentare il desiderio d'acquisto. Nonostante il Bitcoin (BTC) abbia superato il pattern a triangolo discendente, non è riuscito a sostenere i livelli più alti. La mancanza di acquirenti e l'incapacità dei rialzisti di mantenere la moneta sopra quota 6.831,99$ è un segnale negativo. Se i ribassisti riuscissero ad ottenere un breakdown dal supporto a 6.500$, la moneta potrebbe scivolare fino a 6.200$.

BTC/USD

La coppia BTC/USD ha difeso l'area critica di supporto, compresa tra 5.900$ e 6.075$, già in numerose occasioni quest'anno. Un breakdown da questo livello potrebbe innescare numerosi stop loss, spingendo velocemente il prezzo della criptovaluta a 5.450$ e successivamente a 5.000$. I trader dovrebbero pertanto difendere le proprie posizioni long con uno stop loss a 5.900$.

La moneta mostrerà i primi segnali d'inversione del trend al superamento di quota 6.831,99$. Una volta superata questa resistenza, potremmo assistere ad una veloce impennata a 7.400$, seguita da un movimento verso gli 8.400$.

Ci aspettiamo nei prossimi giorni un breakout o un breakdown dal range compreso tra 6.831,99 e 5.900$, portando ad un nuovo uptrend o downtrend.

ETH/USD

Ethereum (ETH) viene scambiato sotto le medie mobili, attualmente in calo. L'RSI è negativo, mostrando che il mercato si trova nelle mani dei ribassisti.

ETH/USD

Se nei prossimi giorni i rialzisti non riusciranno a superare le medie mobili, prevediamo un crollo a 188,35$. Un ulteriore breakdown da questo livello potrebbe portare ad un nuovo test di quota 167,32$, sotto la quale la coppia ETH/USD potrebbe riprendere il downtrend.

La criptovaluta mostrerà segnali d'inversione del trend al superamento della resistenza superiore a 249,93$. Tale movimento potrebbe portare ad un'impennata a 322$.

XRP/USD

Nonostante il range infragiornaliero di Ripple (XRP) si sia ristretto, il trading è rimasto piatto. Un improvviso movimento verso il limite superiore di tale intervallo potrebbe spingere la criptovaluta fino a quota 0,50$: sopra tale livello prevediamo un ritorno del desiderio d'acquisto.

XRP/USD

I trader dovrebbero attendere la formazione di nuove configurazioni d'acquisto sopra i 0,50$ prima di procedere con l'apertura di nuove posizioni long. In alto, i livelli chiave al quale bisognerà prestare particolare attenzione si trovano a 0,55$, 0,625$ e 0,764$.

Se la coppia XRP/USD dovesse invece registrare dei ribassi, potrebbe scivolare fino a 0,3718$ e sotto ancora a 0,2691$.

BCH/USD

I rialzisti non sono riusciti ad ottenere un rimbalzo dal supporto del triangolo simmetrico: un segnale ribassista. Entrambe le medie mobili sono in calo e l'RSI è negativo, indicando che la via più probabile per Bitcoin Cash (BCH) è verso il basso.

BCH/USD

Un breakdown dal triangolo porterebbe ad una ripresa del downtrend, spingendo la coppia BCH/USD fino a 300$, se non addirittura più in basso. I trader dovrebbero pertanto mantenere uno stop loss a 400$ per le proprie posizioni. Il trend della criptovaluta diverrebbe positivo in caso di breakout dal triangolo.

EOS/USD

Pare che sia acquirenti che venditori abbiano perso interesse in EOS, poiché i range infragiornalieri della moneta si fanno di volta in volta più piccoli sin dal 16 ottobre.

EOS/USD

Un'espansione del range potrebbe spingere la coppia EOS/USD fino alla resistenza superiore a 6,8299$. La criptovaluta otterrà un'ulteriore slancio sopra tale livello.

Al contrario, se i prezzi dovessero crollare dai livelli correnti, potremmo assistere ad un nuovo test di quota 4,493$, seguito da un probabile crollo a 3,872$. I trader possono proteggere le proprie posizioni long con uno stop loss a 4,90$.

XLM/USD

Incapace di ottenere un breakout dalla downtrend line del triangolo discendente, Stellar (XLM) è scivolato fino alla SMA a 50 giorni, che potrebbe agire da solido supporto. In caso di rimbalzo da tale livello, la moneta tenterà un nuovo breakout dal triangolo.

XLM/USD

I trader dovrebbero attendere una chiusura sopra i 0,27$ prima di aprire nuove posizioni long. Un movimento del genere potrebbe infatti spingere i prezzi fino a 0,36$.

D'altra parte, nel caso in cui i rialzisti non riuscissero a difendere la SMA a 50 giorni, la coppia XLM/USD potrebbe scivolare fino all'area di supporto compresa tra 0,184$ e 0,20$. Se anche questo livello non dovesse reggere, la criptovaluta riprenderebbe il proprio downtrend.

LTC/USD

Il Litecoin (LTC) ha formato un pattern a triangolo discendente, che si completerà con un breakdown ed una chiusura sotto quota 49,466$. Entrambe le medie mobili sono in calo e l'RSI è negativo: attualmente il mercato è ribassista. Nonostante il target del breakdown si trovi a 29$, prevediamo un supporto a 40$.

LTC/USD

Il pattern ribassista verrebbe negato nel caso in cui la coppia LTC/USD dovesse superare quota 60$. In tal caso potremmo assistere ad uno slancio fino a 69,279$, ed una successiva impennata fino alla resistenza superiore a 94$. I trader dovrebbero attendere la conferma del breakout prima di procedere con l'apertura di nuove posizioni.

ADA/USD

Cardano (ADA) ha formato un triangolo simmetrico all'interno dell'ampio range compreso tra 0,094256$ e 0,060105$. Negli ultimi giorni entrambe le medie mobili hanno rappresentato una forte resistenza.

ADA/USD

Un breakdown dal triangolo e dal supporto a 0,069$ potrebbe portare ad un crollo fino al supporto critico a 0,060105$.

In alto, un risoluto breakout dal triangolo incrementerebbe le probabilità di un'impennata a 0,12$. Nonostante i rialzisti potrebbero incontrare delle resistenze a 0,094256$ and 0,11$, ci aspettiamo un superamento di questi due livelli. Un debole breakout dal triangolo potrebbe tuttavia perdere velocemente forza, bloccandosi alla prima resistenza a 0,094256$.

I trader dovrebbero pertanto attendere un solido breakout da parte della coppia ADA/USD prima di aprire qualsiasi posizione long.

XMR/USD

Monero (XMR) non è riuscito ad ottenere un breakout dalla SMA a 50 giorni e dalla resistenza superiore a 112,44$, incrementando il desiderio di vendita. Attualmente il prezzo si trova sotto la EMA a 20 giorni, e potrebbe scivolare prima a 104,12$ e successivamente a 100$.

XMR/USD

Un breakout sopra quota 112,44$ potrebbe attrarre nuovi acquirenti, spingendo la coppia XMR/USD fino al limite superiore del range a 128,65$.

Dopo un lungo periodo di movimenti abbastanza modesti, prevediamo un'espansione del range a breve. I trader dovrebbero essere pronti ad acquistare, nel caso in cui i prezzi iniziassero a muoversi velocemente verso l'alto.

Negli ultimi giorni già in parecchie occasioni i prezzi sono aumentati temporaneamente, per poi perdere gran parte degli incrementi il medesimo giorno. Consigliamo di attendere la conferma di una chiusura forte prima di aprire posizioni long.

TRX/USD

TRON (TRX) scivola gradualmente verso il basso, dopo aver raggiungo il limite superiore del range in data 15 ottobre. Al momento i prezzi sono bloccati tra le due medie mobili. Un breakdown dalla SMA a 50 giorni potrebbe spingere la criptovaluta fino al prossimo supporto, compreso tra 0,02815521$ e 0,0183$. Sotto tale livello, il crollo potrebbe estendersi fino a 0,00844479$.

TRX/USD

Se i prezzi dovessero superare la EMA a 20 giorni, potremmo assistere ad una crescita fino al limite superiore del range. Entrambe le medie mobili sono piatte e l'RSI è neutrale: la coppia TRX/USD rimarrà range bound per almeno qualche altro giorno. La nostra opinione sulla criptovaluta diverrà rialzista in caso di breakout e chiusura sopra quota 0,30$.

I dati di mercato sono stati forniti dalla piattaforma di exchange HitBTC. I grafici per le analisi sono stati forniti da TradingView.