Bitcoin, Ethereum, Ripple, Bitcoin Cash, EOS, Stellar, Litecoin, Cardano, Monero, TRON: Analisi dei prezzi, 8 ottobre

Le idee e le opinioni espresse in questo articolo sono unicamente quelle dell'autore, e non riflettono necessariamente il punto di vista di Cointelegraph.com. Qualsiasi trade o investimento comporta dei rischi: si consiglia di condurre le proprie ricerche prima di prendere una decisione definitiva.

I dati di mercato sono stati forniti dalla piattaforma di exchange HitBTC.

Il volume complessivo di scambi è crollato. Questo mostra che i possessori di monete non sono disposti a vendere ai prezzi correnti, ma al tempo stesso i potenziali investitori rimangono in disparte perché non credono che sia questo il momento migliore per entrare nel mercato.

Tuttavia questo stato di equilibrio non durerà a lungo: presto una delle due parti farà la propria mossa.

Se le criptovalute dovessero scendere sotto i livelli di supporto correnti, gli investitori potrebbero iniziare a vendere in preda al panico. Al contrario, se i prezzi dovessero ottenere dei rialzi significativi, molti nuovi utenti procederebbero con l'acquisto, spingendo il mercato ulteriormente verso l'alto.

Gli eventi dei prossimi mesi potrebbero essere la miccia che innescherà il tanto atteso rialzo. In data 5 novembre la Securities and Exchange Commission’s (SEC) degli Stati Uniti deciderà il destino di nove Exchange-Traded Fund (ETF) sul Bitcoin: questa sentenza avrà un effetto significativo sull'intero settore.

Nonostante al momento i prezzi si trovino vicino ai minimi annuali, molti investitori istituzionali hanno iniziato a supportare nuovi fondi incentrati sulle criptovalute. Numerosi esperti hanno inoltre previsto che il Bitcoin e le altre monete hanno ormai trovato il proprio fondo, e d'ora in avanti la strada più probabile sarà verso l'alto. Cosa ci dicono invece i grafici? Scopriamolo!

BTC/USD

Non c'è stata quasi alcuna attività nel mercato del Bitcoin, che continua ad essere scambiato in un range ristretto e con volumi ridotti. Questo periodo di immobilismo non durerà tuttavia a lungo: presto assisteremo ad un ampio breakout o breakdown dal range, dando inizio ad un nuovo trend.

Al momento la coppia BTC/USD si trova bloccata in un intervallo compreso tra 6.831$ e 6.341$: il prezzo ha toccato ognuno di questi due livelli già due volte.

Un breakout da quota 6.831$ invaliderebbe il pattern a triangolo discendente, un chiaro segnale rialzista che potrebbe spingere i prezzi fino a 7.400$.

In basso, un breakdown da 6.341$ potrebbe invece attirare maggiori vendite, portando ad un nuovo test dell'area critica di supporto compresa tra 5.900$ e 6.075$. Sotto i 5.900$ verrebbero innescati numerosi stop loss, facendo velocemente crollare il prezzo prima a 5.450$ e successivamente a 5.000$. I trader dovrebbero pertanto mantenere uno stop loss a 5.900$ per le proprie posizioni long.

ETH/USD

La storia non è molto differente per Ethereum: continua ad essere scambiato all'interno di un range ristretto compreso tra 200$ e 250$.

La EMA a 20 giorni è ormai piatta, e anche la SMA a 50 giorni si sta appiattendo. L'RSI è quasi neutrale. Gli indicatori non forniscono alcuna indicazione sui futuri movimenti della criptovaluta.

Un breakout da 250$ porterebbe ad una probabile formazione di un bottom 1-2-3, attirando gli acquirenti più aggressivi. Il primo target del movimento verso l'alto si trova a 300$, sopra il quale i rialzisti potrebbero spingere la moneta fino a 322,57$.

In basso, un breakdown da quota 200$ potrebbe spingere la coppia ETH/USD fino al minimo del 12 settembre, a 167,32$, sotto il quale le vendite si faranno molto più intense. I trader dovrebbero pertanto attendere configurazioni d'acquisto affidabili prima di aprire posizioni long.

XRP/USD

Ripple sta affrontando delle vendite, in quanto la moneta non è riuscita a ripristinare l'uptrend dopo il breve periodo di consolidamento. I prezzi fanno fatica a rimanere sopra la EMA a 20 giorni, un segnale negativo. 

Entrambe le medie mobili si sono ora appiattite e l'RSI si sta lentamente avvicinando ad un valore mediamo: prevediamo dei movimento range bound. La criptovaluta potrebbe tentare di difendere il ritracciamento 61,8% a 0,45832$, sotto il quale diverrebbe negativa. I trader dovrebbero pertanto mantenere gli stop loss per le proprie posizioni a 0,42$.

Qualsiasi tentativo di rialzo incontrerà una resistenza a 0,55, e sopra ancora  0,625$. La coppia XRP/USD riprenderà l'uptrend soltanto al superamento di quota 0,625$

BCH/USD

Bitcoin Cash ha mantenuto il proprio supporto alle medie mobili per gli ultimi cinque giorni, e sta ora tentando di ottenere un rimbalzo.

La coppia BCH/USD mostrerà i primi segnali d'inversione del trend al superamento di quota 600$. Dopo tale breakout la moneta potrebbe ottenere un rialzo fino a 660$, e successivamente un'impennata fino a 880$.

D'altra parte, un breakdown dalle medie mobili potrebbe portare ad un nuovo test dei minimi. I trader dovrebbero mantenere i propri stop loss 400$: sotto questo livello la valuta potrebbe riprendere il proprio downtrend.

EOS/USD

Al momento EOS viene scambiato sopra entrambe le medie mobili, ma non è riuscito a superare il triangolo simmetrico. Un breakout da tale triangolo indicherebbe l'inizio di un nuovo uptrend.

In basso, un breakdown dal triangolo potrebbe invece spingere la coppia EOS/USD fino al supporto critico a 4,493$, nel caso in cui il supporto minore a 5$ non dovesse reggere. I trader dovrebbero pertanto proteggere le proprie posizioni long con uno stop loss a 4,9$.

Se la criptovaluta non riuscirà ad ottenere un breakout nei prossimi giorni, il triangolo simmetrico verrebbe invalidato.

XLM/USD

Negli ultimi cinque giorni Stellar viene scambiato in un range compreso tra la EMA e 0,24987$.

Nel caso in cui i rialzisti riuscissero a superare quota 0,24987$, la coppia XLM/USD potrebbe affrontare delle vendite alla downtrend line del triangolo discendente. Il trend della criptovaluta diverrà positivo soltanto al superamento della downtrend line.

D'altra parte, se i ribassisti dovessero spingere la moneta sotto la EMA a 20 giorni, i prezzi potrebbero scivolare prima alla SMA a 50 giorni e successivamente a 0,21489$. I trader dovrebbero mantenere uno stop loss a 0,21$ per le proprie posizioni long: sotto questo livello il crollo potrebbe infatti estendersi fino a 0,184$.

LTC/USD

Litecoin viene scambiato all'interno di un range compreso tra 49,466$ e 69,279$ sin dall'8 agosto. Un breakout o un breakdown da questo lungo intervallo genererà quasi certamente un movimento significativo.

Un breakout dalla resistenza superiore a 70$ darebbe inizio ad un nuovo uptrend, che potrebbe spingere la coppia LTC/USD fino a 94$.

Al contrario, nel caso in cui i ribassisti riuscissero a spingere il prezzo sotto i 49$, la moneta riprenderebbe il downtrend. I trader dovrebbero attendere un breakout dal range prima di procedere con l'acquisto.

ADA/USD

Cardano ha superato la EMA a 20 giorni, e sta ora tentando di ottenere un breakout dalla SMA a 50 giorni. Se i rialzisti riuscissero ad oltrepassare quota 0,0942$, la moneta potrebbe ottenere un'impennata fino alla resistenza superiore a 0,1118$.

Ma se i rialzisti dovessero fallire nel proprio intento, la coppia ADA/USD potrebbe rimanere range bound per qualche altro giorno. Le medie mobili sono piatte e l'RSI si trova a circa metà: questo mostra la presenza di un equilibrio tra acquirenti e venditori.

La bilancia penderà in favore dei rialzisti sopra quota 0,0942$, e in favore dei ribassisti sotto i 0,0735$. I trader dovrebbero pertanto attendere un breakout ed una chiusura al di sopra della resistenza superiore prima di procedere con lo scambio di questa valuta.

XMR/USD

Monero continua ad essere scambiato in un range ristretto, vicino a 115$. Già in tre diverse occasioni la moneta non è riuscita a sostenere i livelli sopra quota 120$: se i rialzisti riuscissero ad ottenere una chiusura sopra tale resistenza, potremmo assistere ad un movimento prima verso i 128,65$ e successivamente ad un incremento a 142$.

In basso, 107,8$ è un livello critico, sotto il quale sarebbe i rialzisti a controllare il mercato. In tal caso, i livelli di supporto inferiori si trovano a 103$ e 96$.

Le medie mobili piatte e l'RSI neutrale segnalano un probabile periodo di consolidamento a breve termine. I trader dovrebbero proteggere le proprie posizioni long per la coppia XMR/USD con uno stop loss a 100$. I trader più aggressivi possono incrementare lo stop loss fino al primo supporto, a 106$.

TRX/USD

TRON ha raggiunto la decima posizione per capitalizzazione di mercato, ottenendo un posto nella nostra analisi.

Da circa due mesi la coppia TRX/USD viene scambiata in un range compreso tra 0,0183$ e 0,0281$. Al momento i rialzisti stanno tentando di ottenere un breakout dal range, dando inizio ad un nuovo uptrend il cui target a breve termine si trova a 0,038$.

La EMA a 20 giorni si sta lentamente spostando verso l'alto e l'RSI è in positivo: questo mostra un ritorno degli acquirenti. Ciononostante, consigliamo di attendere una chiusura sopta quota 0,0281$ prima di procedere con l'apertura di posizioni long.

I dati di mercato sono stati forniti dalla piattaforma di exchange HitBTC. I grafici per le analisi sono stati forniti da TradingView.