Jon Matonis: il Bitcoin è la spilla che farà scoppiare la bolla della finanza tradizionale

L'economista e direttore della Bitcoin Foundation Jon Matonis ha riaffermato pubblicamente la propria fiducia nel futuro di Bitcoin, dissipando qualsiasi timore.

In una recente intervista con Business Insider, tenutasi durante la conferenza Innovate Finance di Londra, Matonis ha colto l'occasione per spiegare che considerare il Bitcoin una "bolla" è ipocrisia.

"Alle persone che considerano il Bitcoin una bolla, io dico che il Bitcoin è la spilla che farà scoppiare la bolla", ha affermato l'uomo.

“La bolla è il folle mercato obbligazionario ed il finto mercato azionario appoggiati dalle banche centrali. Sono quelle le bolle."

Il crollo di Bitcoin delle ultime settimane ha infatti portato molti portali d'informazione a definire la criptovaluta una bolla finanziaria, esplosa dopo il picco di 20.000$ raggiunto a dicembre dello scorso anno.

Nonostante da allora Bitcoin sia diventato più semplice da utilizzare e più robusto da un punto di vista tecnologico, il sentimento del mercato rimane negativo, con numerose voci della finanza tradizionale che continuano ad annunciare la morte delle criptovalute.

Tuttavia Matonis rimane ottimista riguardo all'impatto che le monete digitali avranno sull'economia mondiale.

"Credo sia fantastico che le banche si stiano interessando al settore, perché porterà maggiore liquidità", ha continuato.

“Svilupperanno mercati dei future, mercati delle opzioni... credo che presto vedremo anche mercati sui tassi d'interesse basati sul Bitcoin. Siamo abituati a sentir parlare di Libor: l'indice sul tasso d'interesse del Bitcoin sarà il Bibor."