Bitcoin (BTC) ha accennato alla possibilità di un ritracciamento durante la notte del 30 marzo: dopo un forte slancio rialzista, la criptovaluta ha interrotto la propria crescita a quota 48.000$.

BTC/USD, grafico candele a un'ora (Bitstamp). Fonte: TradingView
BTC/USD, grafico candele a un'ora (Bitstamp). Fonte: TradingView

Bitcoin diretto verso i 50.000$?

I dati di Cointelegraph Markets ProTradingView mostrano che la coppia BTC/USD è scivolata a 46.572$, il livello più basso dal 27 marzo. La successiva ripresa ha alleviato parte delle perdite: attualmente BTC oscilla attorno ai 47.300$.

Il motivo della recente crescita di Bitcoin è principalmente legato al piano di Terra, noto protocollo blockchain, di investire 3 miliardi di dollari in Bitcoin per la sua nuova stablecoin. Tuttavia, uno sguardo al wallet on-chain mostra che gli acquisti sembrano essere stati messi in pausa.

Dopo il 28 marzo, il saldo di 27.784 BTC del wallet di Terra è rimasto invariato; prima di quella data, l'indirizzo riceveva regolarmente Bitcoin. Do Kwon, il co-fondatore di Terra che aveva inizialmente reso pubblico il buy-in, non ha rilasciato commenti in merito a un potenziale cambiamento di strategia.

Secondo il noto trader Pentoshi, vi è comunque la possibilità di uno slancio fino a 50.000$:

"Per ora è lecito aspettarsi che l'apertura annuale e il riquadro viola fungeranno da supporto. Potenziale piccolo pullback, dato che LFG e Do Kwon sembra abbiano smesso di premere il pulsante verde.

Prevedo una continuazione fino a 51.000-53.000$ durante il prossimo rally."

Come riportato da Cointelegraph, Bitcoin ha recentemente superato il suo prezzo d'apertura annuale: un evento molto importante per l'asset.

Le politiche monetarie statunitensi potrebbero frenare la crescita di BTC

Un'analisi più sobria sugli attuali movimenti di Bitcoin è incentrata sulle abitudini di trading di BTC.

Filbfilb, co-fondatore della suite di trading Decentrader, ha evidenziato che attualmente Bitcoin viene considerato più un titolo tecnologico che una riserva di valore come l'oro. La correlazione di BTC con il mercato azionario dovrà essere infranta per evitare potenziali ripercussioni sui prezzi.

Su Twitter, l'utente @4adybug ha espresso perplessità sulle prestazioni di Bitcoin nel 2022. A suo parere, gli HODLer sono rimasti delusi dall'incapacità di Bitcoin di agire come copertura contro inflazione:

"Bitcoin non possiede la capacità dell'oro di resistere ai rialzi dei tassi, ai cicli di inasprimento, o ad eventi black swan."

Lo stesso utente ha spiegato che le politiche monetarie statunitensi potrebbero avere un forte impatto negativo sugli asset di rischio, e pertanto anche su Bitcoin:

"Una Fed e una politica monetaria 'hawkish' sono sempre più vicine. Ciò sarebbe catastrofico per le classi di asset ad alto rischio."