Le istituzioni continuano a mantenersi a margine dei mercati di Bitcoin: nell'ultima settimana, i volumi dei prodotti di investimento basati su BTC sono scesi ad appena il 38% della sua media da inizio anno (YTD).

Secondo il report Digital Asset Fund Flow Weekly di CoinShares del 19 luglio, i prodotti di investimento in Bitcoin hanno generato circa 3,9 miliardi di dollari di scambi giornalieri dal 12 luglio al 16 luglio: una cifra significativamente inferiore alla media del 2021 di quasi 10 miliardi di dollari.

Ciononostante, gli autori del rapporto concludono che il calo dell'attività commerciale non sia motivo di allarme, evidenziando come negli ultimi anni Bitcoin abbia subito “simili cali stagionali dei volumi durante i mesi estivi”.

Anche i prodotti istituzionali basati su Bitcoin hanno visto deflussi di 10,4 milioni di dollari durante la settimana: gli investitori hanno ridotto nettamente la loro esposizione a BTC per 9 delle ultime 10 settimane. Nonostante ciò, il volume dei deflussi osservati nel mese di luglio è diminuito rispetto agli ultimi mesi.

Il più grande deflusso registrato da prodotti su Bitcoin si è verificato tra il 10 e il 14 maggio, quando gli investitori istituzionali hanno prelevato 98 milioni di dollari dai mercati.

Flussi dei fornitori di prodotti su Bitcoin. Fonte: CoinShares

Sebbene gli investitori istituzionali abbiano continuato a ridurre l'esposizione su BTC, la scorsa settimana i prodotti di investimento in Ether (ETH) hanno registrato la terza settimana consecutiva di afflussi.

Circa 11,7 milioni di dollari sono confluiti in prodotti su Ether, portando gli afflussi complessivi da inizio anno a 973 milioni di dollari. Tuttavia, i prodotti su Bitcoin dominano ancora il settore dei prodotti istituzionali basati su asset digitali, con un afflusso da inizio anno di 4,1 miliardi di dollari.

I prodotti su Cardano (ADA) hanno visto il secondo maggior afflusso dopo Ether: gli investitori hanno aumentato l'esposizione in ADA di 400.000$. Anche i prodotti su Ripple (XRP) e Polkadot (DOT) hanno registrato afflussi di 300.000$ ciascuno, seguiti da Stellar (XLM) con 200.000$.

Ciononostante, nell'ultima settimana gli afflussi verso i prodotti multi-asset sono diminuiti a soli 100.000$.