"Il Bitcoin è il mio primo amore": il CEO di Coinbase commemora così il decimo anniversario della moneta

Brian Armstrong, fondatore e CEO dell'exchange statunitense Coinbase ha confessato che il Bitcoin è il suo "primo amore" in una serie di tweet che commemorano il decimo compleanno della moneta, pubblicati il 3 gennaio.

Riassumendo un thread in cui ha spiegato come è entrato nel settore e come ha costruito una delle sue aziende di maggior successo, Armstrong ha scritto:

"Il Bitcoin è una delle invenzioni più importanti di tutti i tempi e ha lanciato un movimento globale. È fantastico veder sorgente attorno ad esso un intero ecosistema, ma il Bitcoin è il mio primo amore. "

Armstrong ha sottolineato che il Bitcoin è ancora l'asset più popolare, sia per i nuovi clienti di Coinbase che per gli hodlers di lunga data. Il CEO dell'azienda ha anche parlato del potenziale futuro della criptovaluta. Secondo Armstrong, l'industria è ancora nelle sue prime fasi di sviluppo:

"Credo che siamo ancora all'inizio. Il white paper ha segnato l'inizio di un movimento e la piena promessa del Bitcoin è ancora da realizzare. "

In aggiunta a ciò, il cofondatore di Coinbase ha anche raccontato la storia del famoso exchange, rivelando di aver letto per la prima volta il white paper di Satoshi Nakamoto nel 2010, al quale ha pensato intensamente per i sei mesi successivi.

Al momento della stesura di questo articolo, la piattaforma di trading professionale Coinbase Pro è l'exchange di criptovalute al mondo, con un volume di transazioni giornaliere pari a 85,4 milioni di dollari.

Il white paper di Bitcoin è stato rilasciato il 31 ottobre 2008 da Satoshi Nakamoto, l'anonimo creatore della criptovaluta la cui identità non è ancora stata rivelata. Ieri, 3 gennaio, si è festeggiato il decimo anniversario dalla creazione del primissimo blocco, noto come "genesis block", della blockchain del Bitcoin.

La ricorrenza è stata anche accompagnata da un evento chiamato "Proof of Keys", che incoraggia i possessori di criptovalute di prelevare i loro fondi da tutti gli exchange per entrare in pieno controllo dei loro asset.