Bitcoin, Ripple, Ethereum, Stellar, Bitcoin Cash, Bitcoin SV, EOS, Litecoin, TRON, Cardano: Analisi dei prezzi, 7 dicembre

Le idee e le opinioni espresse in questo articolo sono unicamente quelle dell'autore, e non riflettono necessariamente il punto di vista di Cointelegraph.com. Qualsiasi trade o investimento comporta dei rischi: si consiglia di condurre le proprie ricerche prima di prendere una decisione definitiva.

I dati di mercato sono stati forniti dalla piattaforma di exchange HitBTC.

Il 7 dicembre, le vendite hanno trascinato la capitalizzazione complessiva del mercato a circa 106 miliardi. Il mercato delle criptovalute ha perso più dell'87% del suo valore rispetto ai massimi raggiunti a fine 2017.

Inoltre, la Securities and Exchange Commission (SEC) degli Stati Uniti ha di nuovo posticipato il suo pronunciamento sugli exchange-traded fund (ETF) basati sul Bitcoin (BTC) fino al 27 febbraio 2019.

Slla base dell'andamento del Directional Movement Index e dell'Average Directional Index, l'analista di Bloomberg Intelligence Mike McGlone prevede che il Bitcoin scenderà a 1.500$.

La caduta ha spaventato la maggior parte degli investitori retail. Tuttavia, il gestore patrimoniale Morgan Creek Digital crede che il suo Digital Asset Index Fund, un paniere di dieci importanti criptovalute, offrirà rendimenti migliori rispetto allo S&P 500 nei prossimi 10 anni. La società è pronta a piazzare una scommessa da 1 mln di dollari sulla sua previsione.

Il mercato ribassista ha giovato alla stablecoin Tether, che continua a scalare la classifica delle criptovalute con maggiore capitalizzazione di mercato. Si trova adesso alla sesta posizione, e potrebbe addirittura entrare in top 5 se le vendite dovessero continuare.

Da oggi, introdurremo nelle nostre analisi anche Bitcoin SV, nata dall'hard fork di Bitcoin Cash (BCH).

BTC/USD

Il Bitcoin ha toccato un nuovo minimo annuale, e il crollo non ha mostrato alcun segno di rallentamento. Il precedente minimo di 3.620,26$ non ha fornito alcun sostegno. Ci aspettiamo che la zona compresa tra 3.000$ e 3.500$ riesca ad agire da supporto.

BTC/USD

Tuttavia, se la coppia BTC/USD dovesse scendere sotto quota 3.000$, la caduta potrebbe estendersi a 2.416,52$, ossia il target del pattern che segue il breakdown dal pennant.

La situazione attuale è diametralmente opposta a quella dell'anno scorso, quando i trader si aspettavano che il prezzo arrivasse alle stelle. Ora, la maggior parte di loro crede che le valute digitali siano spacciate. Noi crediamo che le vendite siano state sproporzionate: a breve dovrebbe arrivare un pullback.

Però, vogliamo comunque vedere dei forti acquisti in prossimità di qualche supporto prima di aprire nuove posizioni long. Le nostre posizioni suggerite in precedenza sono state chiuse a 3.800$ e 3.500$.

Più in basso scende la criptovaluta, più vicina sarà al bottom. Quindi, consigliamo ai trader di prepararsi ad aprire posizioni long quando arriveranno dei segnali di un probabile bottom. A differenza delle altre occasioni, nelle quali abbiamo proposto di limitare la dimensione della posizione, questa volta consigliamo di utilizzare una posizione normale. Il rapporto rischio/ricompensa sta diventando allettante.

XRP/USD

Ripple (XRP) è ancora sopra i suoi minimi annuali, ma il prezzo si sta avvicinando velocemente a quei livelli. Attualmente, si trova alla linea di supporto del canale discendente, che dovrebbe reggere.

XRP/USD

Un eventuale rimbalzo dal livello attuale dovrà affrontare una resistenza a 0,33108$ e un'altra in prossimità dell'EMA a 20 giorni. Invece, se i ribassisti riusciranno a spingere la criptovaluta al di sotto del supporto, potrebbe verificarsi un nuovo test del minimo di 0,24508$.

La coppia XRP/USD continua a piacerci, perché ha avuto una performance migliore rispetto a quella di molte valute digitali. Quindi, consigliamo ai trader di mantenere le proprie posizioni long. Ne aggiungeremo altre quando il trend sarà cambiato.

ETH/USD

Ethereum è scesa sotto la soglia dei 100$ il 6 dicembre, e non ha ancora recuperato. Attualmente, sta cercando di far leva sul supporto a 83$. In questa zona ci aspettiamo degli acquisti.

ETH/USD

Se i ribassisti manterranno la loro pressione di vendita, la coppia ETH/USD potrebbe precipitare al prossimo supporto, che si trova 66$. Le vendite sono state così intense che l'RSI non è nemmeno riuscito ad uscire dal territorio oversold.

Il primo segno di un cambio di trend si avrà quando il prezzo supererà i 100$. Fino ad allora, è meglio aspettare e osservare. Ci aspettiamo un forte pullback entro i prossimi giorni.

XLM/USD

I ribassisti hanno spinto Stellar sotto il supporto a 0,184$, facendole registrare un nuovo minimo annuale.

XLM/USD

Il prossimo livello da osservare è 0,08$. Anche se crediamo che i rialzisti cominceranno ad acquistare la criptovaluta a questi livelli, è difficile individuarne il bottom.

La coppia XLM/USD segnalerà un probabile bottom quando si manterrà sopra la linea di downtrend. Prima dell'inizio di un nuovo uptrend, crediamo che ci sarà qualche giorno di consolidamento. Consigliamo ai trader di attendere un'inversione di trend prima di aprire nuove posizioni.

BCH/USD

Bitcoin Cash continua il suo viaggio verso sud. In tre giorni, il prezzo è crollato da un massimo infragiornaliero di 157,58$ il 4 dicembre a un minimo di 104,99$ il 7 dicembre. Al momento, i ribassisti stanno cercando di portare la criptovaluta al di sotto del supporto psicologico dei 100$, mentre i rialzisti cercano di mantenere il prezzo a tre cifre.BCH/USD

Se i ribassisti dovessero riuscire a trascinare la coppia BCH/USD sotto quota 100$, il prossimo supporto si troverebbe a 91,78$. L'RSI è sceso a circa 15 punti, il che dimostra che le vendite sono state esagerate, e un pullback potrebbe quindi cominciare in qualsiasi momento. Tuttavia, consigliamo di aspettare la fine della caduta prima di aprire nuove posizioni.

BSV/USD

Mentre le altre criptovalute stanno scivolando verso nuovi minimi, Bitcoin SV è in controtendenza.

BSV/USD

La coppia BSV/USD è attualmente in un intervallo compreso tra 80,352$ e 123,98$. Un eventuale breakout da tale range ha come target quota 167,608$, con una lieve resistenza a 150,47$.

Se i ribassisti difendono la resistenza a 123,98$, la valuta digitale potrebbe consolidarsi per qualche altro giorno. I trader a breve termine possono cercare opportunità di acquisto finché il prezzo rimarrà sopra gli 80,352$. Poiché il sentiment complessivo è negativo, consigliamo di limitare la dimensione della posizione a circa il 40 percento del solito.

EOS/USD

EOS è sotto attacco dai ribassisti. La caduta è stata talmente grave che il livello di supporto dei 2$ non è riuscito a resistere nemmeno per un giorno. Il prossimo supporto si trova a 1,5257$. Tuttavia, data l'entità delle vendite, è difficile prevedere dove finirà il crollo.

EOS/USD

Quando la moneta digitale registra nuovi minimi giorno dopo giorno, gli investitori che osservano la criptovaluta e attendono il momento giusto per aprire le proprie posizioni non compreranno mai. Al contrario, i trader che avevano aperto posizioni a livelli più alti, sono più propense ad abbandonarle.

Ciò crea un circolo vizioso, e dopo un lungo declino il prezzo diventa così allettante che i rialzisti più aggressivi cominciano a fare bottom fishing. Prima di acquistare la coppia EOS/USD, è meglio aspettare qualche segnale di ripresa.

LTC/USD

I ribassisti hanno perforato il supporto critico a 28$. Litecoin potrebbe ora scivolare a quota 20$, dove dovrebbero emergere degli acquisti.

LTC/USD

Il trend è chiaramente a favore dei ribassisti, poiché i rialzisti non sono in grado di mantenere il prezzo in un intervallo.

I rialzisti cercheranno di riportare il prezzo all'interno del range. Se dovessero riuscirci, la coppia LTC/USD potrebbe consolidarsi per alcuni giorni, per poi iniziare un nuovo trend rialzista. Consigliamo ai trader di attendere la formazione di un setup d'acquisto prima di adottare nuove posizioni.

TRX/USD

TRON è scesa al di sotto del supporto a 0,01339050$. Il prossimo supporto si trova in prossimità del minimo del 25 novembre, ossia 0,01089965$. Le medie mobili sono in calo e l'RSI si trova in territorio negativo: i ribassisti sono ancora in vantaggio.

TRX/USD

Tuttavia, ci piace il fatto che la coppia TRX/USD non sia scesa sotto i minimi annuali.

Se i rialzisti difenderanno quota 0,01089965$, la valuta digitale potrebbe entrare in una formazione di basing. Prima di acquistare la criptovaluta, è meglio attendere la conferma di un bottom.

ADA/USD

Il downtrend di Cardano è ricominciato, mentre la coppia segna nuovi minimi annuali. Il prossimo supporto è a 0,025954$.

ADA/USD

Le medie mobili in calo e l'RSI in zona oversold continueranno a fare pressione sulla coppia ADA/USD. Il primo segno di un cambio di trend si avrà quando il prezzo supererà l'EMA a 20 giorni e il margine superiore del range, 0,45624$. Fino ad allora, ogni pullback verrà rivenduto. Consigliamo di attendere un'inversione di trend prima di aprire eventuali posizioni long.

I dati di mercato sono stati forniti dalla piattaforma di exchange HitBTC. I grafici per le analisi sono stati forniti da TradingView.