Secondo i dati, gli hodler di Bitcoin (BTC) stanno vincendo sugli speculatori, dimostrando che la bull run della criptovaluta è “solo all’inizio.

Una sezione del report Valuing Bitcoin, pubblicato questo mese dall’asset manager Grayscale, sottolinea una divergenza fortemente rialzista nel Hodler vs. Speculator Index (HSI).

Grayscale segnala una “struttura simile ai primi mesi del 2016”

L’HSI misura l’attività di tutti i wallet Bitcoin per dare un’idea su come i partecipanti al network stanno usando BTC, e descrivendo di conseguenza il sentiment di mercato.

I dati, elaborati dalla risorsa di analisi on-chain Coin Metrics, etichettano le unità che non si sono mosse da uno a tre anni come monete “hodler.” Invece, le monete “speculator” sono quelle che si sono mosse negli ultimi 90 giorni.

Il risultante confronto mostra che, ad agosto, le monete speculator stavano scomparendo, mentre i numeri delle monete hodler aumentavano notevolmente.

Questo grafico sembra potenzialmente promettente per Bitcoin, considerando il crescente numero di monete hodler relativo al numero esiguo di monete speculator nel mercato,” ha commentato l’autore Phil Bonello.

“Notare la struttura simile ai primi mesi del 2016.”

Grafico storico del Hodler vs. Speculator Index di Bitcoin. Fonte: Grayscale/ Coin Metrics

Come segnalato da Cointelegraph, gli analisti hanno già evidenziato che la situazione attuale di Bitcoin richiama il 2016, circa 18 mesi prima del massimo storico di 20.000$.

Con una lunga serie di indicatori tecnici che presentano segnali d’acquisto, il potenziale rialzista non è passato inosservato.

Il picco della percentuale di ‘Hodler’ e il minimo degli ‘Speculator’ in Bitcoin sono un altro forte indicatore che la bull run è solo all’inizio,” ha aggiunto su Twitter Charles Edwards, fondatore dell’asset manager Capriole.

Nuovo record per il numero di BTC dormienti da almeno 1 anno

Il report di Grayscale offre ulteriori approfondimenti sulla determinazione degli investitori in Bitcoin nel 2020.

Nonostante la price action particolarmente varia durante gli ultimi dodici mesi, molti preferiscono conservare BTC come un investimento senza fare trading o vendere per alcun prezzo inferiore al massimo annuale di 12.000$.

Inoltre, la blockchain di Bitcoin rivela che non si è mai visto un livello più alto di Bitcoin conservati per più di un anno,” fa notare Bonello.

“Questo parametro indica una forte convinzione in Bitcoin da parte della sua attuale base di investitori. Anche se si tratta di un parametro relativo all’offerta, evidenzia anche la domanda per il caso d’uso di Bitcoin come riserva di valore, e non come strumento di speculazione. Sembra che gli investitori siano interessati a conservare Bitcoin nonostante la sua volatilità.”

Grafico storico dell’offerta dormiente da 1 anno di Bitcoin. Fonte: Grayscale

Questo mese, l’applicazione del crypto asset come riserva di valore continua a guadagnare popolarità. MicroStrategy, che a metà agosto aveva acquistato più di 21.000BTC, ha confermato di aver incrementato la sua esposizione a un equivalente di oltre 400 milioni di dollari.