Il numero di indirizzi di Bitcoin (BTC) attivi ha appena oltrepassato un importante traguardo. E se davvero la storia insegna, questo dato potrebbe indicare che stiamo per assistere ad una nuova bull run parabolica.

In data 7 maggio, il numero di indirizzi attivi ha superato il milione per la prima volta dal giugno del 2019, quando il prezzo della criptovaluta superò quota 13.000$. Prima di allora, così tanto indirizzi attivi si erano visti soltanto durante la storica bull run del 2017.

Numero di indirizzi di Bitcoin attivi. Fonte: Glassnode

A pochi giorni dall'halving, l'interesse in BTC è in aumento

E in fondo la correlazione positiva fra numero di indirizzi e prezzo di BTC è assolutamente logica: più wallet attivi indicano una maggiore attività sul network e un più elevato tasso d'adozione. Non soltanto i piccoli investitori, ma anche i miliardari hanno iniziato a interessarsi a Bitcoin: Paul Tudor Jones, fondatore della Tudor Investment Corporation, ha recentemente svelato che BTC fa parte del suo portfolio d'investimento.

Secondo Arthur Hayes, CEO del popolare exchange di criptovalute BitMEX, la notizia che persino Jones possieda BTC farà avvicinare molti grandi investitori al mercato delle criptovalute.

Bisogna comunque sottolineare che i dati di Glassnode non considerano la quantità di Bitcoin controllati da ogni indirizzo: che un wallet contenga un satoshi o 100.000 BTC, basta che abbia compiuto delle transazioni per essere aggiunto nel grafico.