Nelle ultime settimane, il prezzo di Bitcoin (BTC) è rimasto costretto all’interno di un range largo 850$, riprendendo di recente il trend di minimi crescenti nel grafico giornaliero.

Nonostante ciò, gli 11.000$ rimangono un ostacolo che l’asset fatica a superare, ma il lato positivo è che le altcoin stanno iniziando a recuperare parte delle pesanti perdite subite ultimamente.

Panoramica giornaliera dei mercati crypto. Fonte: Coin360

Forse, ora che le opzioni su Bitcoin del CME si sono chiuse senza grandi turbolenze e sta per iniziare un nuovo mese, il prezzo di Bitcoin potrebbe muoversi verso l’alto e conquistare finalmente la resistenza a 11.000$.

Il grafico settimanale indica un forte supporto nel range tra 10.000 e 10.500$, e come segnalato dal collaboratore di Cointelegraph Rakesh Upadhyay:

“I rialzisti hanno sistematicamente comprato le contrazioni in prossimità e sotto i 10.000$, e ora questo livello di grande importanza psicologica potrebbe agire come base per il lancio verso la prossima tappa del trend rialzista.”

Come mostra il grafico, la zona 11.000$-11.200$ si è rivelata difficile da superare e i trader avversi al rischio stanno probabilmente aspettando la conversione dei 12.000$ da resistenza a supporto prima di aprire nuove posizioni.

Grafico settimanale di BTC/USDT. Fonte: TradingView

Il livello dei 10.000$ ha resistito come forte supporto in seguito al doppio minimo a 9.800$ tracciato dal prezzo. Tuttavia, una nuova visita al nodo VPVR ad alto volume in prossimità dei 9.500$ rimane un possibile esito se BTC rompe il pattern dei minimi crescenti cadendo al di sotto della linea di tendenza ascendente a 10.100$.

Questo scenario appare improbabile considerando che nelle ultime due settimane i rialzisti hanno difeso il livello dei 10.000$ con una notevole determinazione.

Grafico giornaliero di BTC/USDT. Fonte: TradingView

In sostanza, non è cambiato molto e il prezzo di Bitcoin continua semplicemente a crescere lentamente. In caso di breakout con una pressione d’acquisto sostenuta da parte dei rialzisti, BTC potrebbe spezzare la resistenza a 11.000$ e tentare un massimo più alto sopra gli 11.400$.

Come si vede nel grafico giornaliero, nella giornata del 3 settembre il prezzo di Bitcoin ha perso il 13,3% da 11.400$, e il nodo VPVR ad alto volume a questo livello suggerisce che ora agirà da resistenza.

Prestazioni giornaliere del prezzo di Bitcoin. Fonte: Coin360

Mentre BTC continua a consolidarsi, le altcoin si spostano moderatamente verso l’alto. Al momento della stesura, Polkadot (DOT) è salito del 4,99%, OMG Network (OMG) ha guadagnato il 25,18% e Maker (MKR) il 6,09%.

Secondo i dati di CoinMarketCap, al momento la capitalizzazione di mercato complessiva delle criptovalute ammonta a 346 miliardi di dollari, e l’indice della dominance di Bitcoin si trova al 57,5%.