I possessori di Bitcoin (BTC) che sperano in un ritorno alla bull run potrebbero non dover aspettare ancora a lungo, mentre un popolare indicatore offre segnali ottimistici.

Elaborati dalla risorsa di monitoraggio on-chain Glassnode, i dati dello Spent Output Profit Ratio di Bitcoin (SOPR) suggeriscono che l’attuale correzione del prezzo di BTC è quasi terminata.

La correzione di BTC dovrebbe concludersi “presto”

Il SOPR monitora la percentuale di monete in profitto che vengono spostate. In altre parole, indica se gli HODLer stanno vendendo in profitto o in perdita.

Quando l’indicatore si trova sopra l’1 ed è diretto verso il basso, riflette venditori che si separano dalle proprie riserve a vari margini di profitto. Una volta raggiunto l’1, “resettando” il SOPR, i venditori hanno venduto tutto il possibile, riducendo la pressione ribassista e consentendo teoricamente a Bitcoin di tornare a salire.

Il SOPR ha mostrato la sua forza in varie fasi dei cicli rialzisti precedenti, e il fenomeno del reset è stato particolarmente utile per individuare minimi del prezzo nel corso del 2020.

Ora, con un trend decrescente sempre più vicino al magico valore di "1", gli operatori di mercato si augurano che il sell-off della scorsa settimana sia la conclusione, e non l’inizio, di performance poco brillanti.

Quindi, se siamo in un bull market, secondo il SOPR la correzione non è ancora finita, ma lo sarà presto,ha commentato martedì CryptoHamster, un noto account su Twitter, condividendo un grafico annotato di Glassnode.

Grafico del SOPR di Bitcoin con i “reset” evidenziati. Fonte: CryptoHamster/Twitter

Gli afflussi parlano da soli

Se il SOPR ripeterà il suo pattern storico, potrebbe accontentare alcuni investitori che dall’inizio dell’anno hanno assistito a una considerevole volatilità.

Mentre i commentatori sostengono che sarebbe stato impossibile per Bitcoin continuare il suo rialzo per un periodo tanto lungo, la paura si è impossessata dei trader quando BTC è sceso da 42.000$ a meno di 30.000$.

In mezzo a un mare di spiegazioni per l’improvviso crollo, i sostenitori di Bitcoin stanno evidenziando il coinvolgimento istituzionale come un antidoto al panico dei venditori retail e alle critiche dei media mainstream e del settore finanziario. Grayscale, per esempio, ha ripreso i suoi acquisti dopo la pausa natalizia, aggiungendo regolarmente quantità di gran lunga superiori al numero di BTC minati durante lo stesso periodo.

Riserve di BTC di Grayscale. Fonte: Bybt.com

"La settimana scorsa, 1,31 miliardi di dollari sono arrivati in Bitcoin e in prodotti d’investimento crypto, un nuovo record, mentre gli investitori si affrettavano a comprare la correzione,ha riassunto martedì l’imprenditore Alistair Milne su Twitter.

Inoltre, ha aggiunto che il 97% di questo nuovo capitale è stato stanziato specificamente in Bitcoin.